Snam lancia un test di mercato per lo stoccaggio di CO2 a Ravenna

In collaborazione con Eni e Confindustria, sarà attivo dal 7 febbraio: il progetto sarà presentato in webinar. Si cercano manifestazioni di interesse

Snam lancia insieme a Confindustria e Eni un test di mercato, raccolta di manifestazioni di interesse non vincolanti, per il trasporto e lo stoccaggio di CO2 a Ravenna.

Sarà presentato attraverso un webinar dedicato, che si svolgerà alle 11 del 7 febbraio e che si potrà seguire online. Le attività termineranno il 5 aprile e i risultati verranno condivisi in forma aggregata entro il terzo trimestre del 2024.

«Le iniziative – spiega Snam in una nota – si inseriscono nel più ampio quadro di attività volte a supportare la transizione energetica del Paese. La sinergia con Confindustria consentirà di individuare e approfondire con le diverse realtà manifatturiere ed energivore associate due mercati strategici per il perseguimento degli obiettivi di decarbonizzazione italiani ed europei».

Lo stoccaggio di CO2 a Ravenna

La raccolta di manifestazioni di interesse per il trasporto e lo stoccaggio di CO2 presso il sito di Ravenna è pensata con il fine di informare gli stakeholder circa il progetto Ravenna Ccs sviluppato in joint venture paritetica da Eni, operatore, e Snam, raccogliendo alcuni dati di base sugli emettitori interessati e, in maniera non vincolante, il loro interesse per questa soluzione di decarbonizzazione.

Sulla base dei dati raccolti, che si andranno ad aggiungere a quanto già disponibile, Eni e Snam potranno ottimizzare lo sviluppo del progetto, con particolare focus sulle modalità e soluzioni di trasporto della CO2. Tutte le informazioni sull’iniziativa sono disponibili nella pagina dedicata del sito Snam, da cui è possibile accedere ai link relativi ai singoli questionari.



Leggi anche: Il rigassificatore di Ravenna sarà in funzione all’inizio del 2025

Dalla stessa categoria