Home / Arte e cultura  / Gli appuntamenti in programma per la Giornata della memoria a Ravenna e dintorni

Gli appuntamenti in programma per la Giornata della memoria a Ravenna e dintorni

candele

Si avvicinano le celebrazioni per il 78esimo anniversario della Giornata della memoria, per ricordare la Shoah e celebrare la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Sono tantissimi i programmi a Ravenna e dintorni per celebrare tutte le vittime che hanno perso la vita nei campi di concentramenti durante la seconda Guerra Mondiale.

 

Ravenna le celebrazioni partono il 24 gennaio e proseguono fino al 27 come lo spettacolo di spettacolo teatrale di Fanny e Alexander, le mostre in programma alla Classense, incontri culturali come quello in programma in Classense mercoledì 25 “Un quartiere ebraico a Ravenna. Tracce dimenticate di una comunità ebraica” con Osiride Guerrini e Laura Montanari, ma anche proiezioni di documentari, presentazioni di libri e molto altro.

 

Cervia celebrerà il Giorno della Memoria dal 20 al 31 gennaio la Biblioteca comunale di Cervia “M. Goia” organizza la mostra di libri “Le vittime della Shoah” e letture per i ragazzi delle scuole. Il 27 gennaio alle 16 nella Sala Rubicone inaugura la mostra “Segregate” dedicata a Liliana Segre. Il 29 gennaio alle 16 nella Sala Rubicone l’iniziativa “Il canto salverà il mondo”, canti della tradizione yiddish.

 

Anche a Faenza sono tantissime le iniziative in programma per le celebrazioni con diversi incontri culturali, mostre e presentazioni di libri e una serata musicale all’Auditorium Palazzo degli Studi con “La musica miracolosa” sulla storia del pianista del ghetto di Varsavia. ma non mancano gli spettacoli teatrali, le iniziative scolastiche e la proiezione del film Anna Frank e il diario segreto”. Inoltre, venerdì 27 gennaio 2023 alle 21 nell’Auditorium Palazzo Studi di Faenza, ci sarà “La musica miracolosa. Storia del pianista del Ghetto di Varsavia” un singolare concerto-spettacolo per commemorare le vittime della Shoah con protagonisti il critico musicale Stefano Valanzuolo autore del testo e voce narrante, e il grande pianista siciliano Francesco Nicolosi.

 

Russi il 25 gennaio si presenta lo spettacolo dal titolo “Via di lì – storia del pugile zingaro” al Teatro comunale, e Sabato 28 gennaio, invece, presso la Biblioteca Comunale (via Godo Vecchia, 10) alle 10, si terrà una lezione aperta al pubblico a cura del professor Andrea Baravelli, intitolata “Perché la Shoah? Storia, memoria e racconto pubblico della più grande tragedia del secolo”.

 

A Castel Bolognese già dal 25 gennaio le scuole incontreranno la scrittrice Daniela Palumbo e il 25 gennaio, alle ore 18.30, in Biblioteca, la fumettista Lorena Canottiere presenterà la graphic novel “Bartali. La scelta silenziosa di un campione” Il 26 gennaio al Cinema Moderno alle ore 21.00 sarà proiettato “Anna Frank e il Diario segreto”. Gli appuntamenti dedicati alla “Memoria” si concludono il 29 gennaio alle ore 18.00 con “L’urgenza di vivere. In memoria dell’Olocausto”, reading di sensibilizzazione sulla Shoah previsto all’interno della rassegna musicale “Armonie”. La commemorazione per le vittime della Shoah continua il 25 gennaio alle 18.30 con “La scelta silenziosa di un campione” della fumettista Lorena Canottiere presso la Biblioteca Comunale e passerà il testimone alla rassegna musicale “Armonie”, che prenderà il via il 29 gennaio con un appuntamento eccezionale in memoria dell’Olocausto.

 

Ad Alfonsine venerdì 27 gennaio alle 21 nell’auditorium del Museo della battaglia del Senio sarà proiettato il film “Lezioni di persiano”, di Vadim Perelman, con Nahuel Pérez Biscayart e Lars Eidinger. Inoltre, domenica 29 gennaio alle 16 va in scena al cineteatro Gulliver di Alfonsine, in piazza della Resistenza, lo spettacolo «Note di memoria», basato sulla tradizione musicale e letteraria klezmer e yiddish. A esibirsi saranno i musicisti del quintetto Siman Tov. Accanto a loro l’attore Alberto Guiducci, che leggerà alcuni saggi di Primo Levi e interpreterà estratti tratti dal libro Riso Kosher di Moni Ovadia, in cui convivono umorismo ebraico e drammi della Shoah.

 

Domenica 29 gennaio alle 16.30 nella sala consiliare della Rocca sforzesca di Bagnara di Romagna l’autrice Cristina Petit e Alberto Szegö presenteranno il loro libro A casa di donna Mussolini (Solferino, 2023) iniziativa organizzata in occasione della ricorrenza del Giorno della memoria.

  • unika