Home / Assaggi di libri  / “Angelo Mariani” di Andrea Maramotti

“Angelo Mariani” di Andrea Maramotti

È un libro denso, profondo, pubblicato da Longo Editore nel 2021. È un omaggio a un grande direttore d’orchestra ravennate, Angelo Mariani, che ha lasciato un segno profondo nell’ambiente musicale e nel cuore delle persone che ascoltavano i concerti da lui diretti.

L’autore, Andrea Maramotti, ha compiuto studi classici, musicali, universitari, diplomandosi al “Martini” di Bologna e laureandosi a Ca’ Foscari di Venezia. In questo libro ci porta nel mondo di Mariani attraverso lettere, diari, articoli di giornale dell’epoca, per farci conoscere “quasi di persona” il grande direttore d’orchestra.

Ho usato l’espressione “quasi di persona” perché la varietà delle informazioni fa sì che il lettore lo possa conoscere nel profondo, come uomo e come artista. Una biografia onesta che dà informazioni oggettive, non edulcorate dalla grande ammirazione verso l’artista. È raro trovare testi così ed è il motivo per il quale ne consiglio la lettura.

Ecco i miei assaggi di lettura.

«… Angelo Maurizio Gaspare Mariani nacque a Ravenna, l’11 ottobre 1821…».

«… Ho voluto delineare il profilo di Angelo Mariani, un grande musicista, e il primo direttore d’orchestra italiano nel senso moderno e più compiuto del termine… il carisma, il magnetismo, la bellezza della persona, fino alla “chioma leonina” di Mariani ricordata da Enrico Panzacchi. In definitiva, il primo di una mitologia ai suoi primordi…».

«… Credo di essere stato il primo in Italia che abbia che abbia abolito il pessimo uso del così detto maestro concertatore separato dal direttore d’Orchestra e che ha riunito le due qualità in quest’ultimo, senza di che nella esecuzione di uno spartito non si ha unità di concetto, una sola intenzione negli effetti, una sola interpretazione…».

GIULIA REINA

Giulia Reina è curatrice editoriale. È convinta che non sia necessario essere uno scrittore per essere autore di un bellissimo libro, ma avere nel cuore un messaggio da esprimere. Aiuta le persone che si rivolgono a lei a esprimerlo attraverso un libro, aiutandole a trovare le parole, le immagini, i documenti, accompagnandole fino alla stampa. Cura per Più Notizie una rubrica di libri sul territorio. Ha da poco realizzato il suo “sogno nel cassetto” ovvero curare una collana dedicata alle autobiografie. Per La Rilegatrice, marchio editoriale della casa editrice White Line di Faenza, cura due collane di significative storie di vita vera, valori, insegnamenti: Taccuini autobiografici, e Taccuini d’artista (dedicata a tutti coloro che creano per professione). Con esse vuole creare una grande famiglia di autori che desiderano condividere le loro esperienze di vita.

Condividi questo articolo