Home / 10 consigli per...  / 10 Consigli per ridurre il consumo energetico in casa

10 Consigli per ridurre il consumo energetico in casa

10 consigli energia

Ormai tutta Italia sta vivendo l’incubo legato al caro bollette. Famiglie e imprese Italiane si trovano ad affrontare costi al di sopra di ogni pronostico. Da questo mese si prevede l’aumento sulla bolletta di circa il 59%. Una situazione insostenibile che trova le sue radici nell’aumento esponenziali dei prezzi all’ingrosso del gas, nella carenza delle materie prima per la guerra in Ucraina e in tante incertezze politiche e finanziare. Per fronteggiare questa difficile situazione, ecco 10 consigli per ridurre al minimo i consumi energetici in casa propria.

1 Spegnere sempre la luce 

Si potrebbe considerare un consiglio ovvio, ma di ovvio non c’è mai nulla. Se siete fra quelle persone che si muovono da una parte all’altra della casa senza badare all’uso dell’interruttore il primo consiglio è proprio per voi: “Eliminate lo spreco e usate la luce quando è strettamente necessario”. Non aggiratevi per le stanze alle due di notte come se fosse pieno giorno e non accendete più di una luce nella stessa stanza. Pensate alla bolletta e spegnete gli interruttori.

2 Comprare lampadine a Led 

L’acquisto di una lampadina a Led ha un costo maggiore rispetto a quelle classiche a incandescenza ma ragionate sul lungo tempo, il risparmio che ne ricaverete ne varrà la pena, sia in termini di durata della lampadina che di risparmio energetico. L’illuminazione artificiale, infatti, rappresenta circa il 10-15% dei costi energetici domestici.

led

3 Eliminare lo standby 

Sicuramente in molti non ci fanno nemmeno caso, eppure la nostra casa è spesso piena di piccole lucine rosse. Quella della TV, della macchinetta del caffè, del computer delle ciabatte e di vari elettrodomestici che in tempi normali non noteremmo nemmeno. Adesso devono trasformarsi nel vostro nemico peggiore perché, anche quando sono spenti, continueranno a consumare, fino al 75% del consumo totale di elettricità è dovuto ai cosiddetti carichi fantasma. Staccate quella presa, niente lucina, niente spreco.

4 Attenzione agli orari 

Sono tante le tipologie di tariffe esistenti. Recuperate le vostre bollette e controllate qual è la vostra tariffa e adeguatevi. Se rientrate nelle tariffe mono orarie potete usare i vostri elettrodomestici indifferentemente durante la giornata e la settimana ma se avete una tariffa bioraria avete degli orari in cui potreste spendere di meno, generalmente quelli serali e notturni e nel fine settimana. A quel punto meglio attaccare le lavatrici di domenica, cucinare la torta salata la sera per il pranzo del giorno dopo e attaccare la lavastoviglie la sera, quando i prezzi sono più bassi.

sveglia

5 Attenzione alla classe energetica 

Se state pensando di acquistare un nuovo elettrodomestico perché il vostro frigo o la vostra lavatrice hanno deciso di andarsene o perché volete ottimizzare i vostri elettrodomestici puntando sull’efficienza, controllate la classe energetica. Gli elettrodomestici di classe A+++, A++, A+ possono ridurre i consumi fino al 45%. Controllate anche gli incentivi fiscali per questi acquisti che potrebbero aiutarvi molto nella spesa.

lavastoviglie

6 Usare lavatrice e lavastoviglie con giudizio

Se per voi è un’abitudine sporcare due piatti e azionare la lavastoviglie, è arrivato il momento di mutare atteggiamento. Uno dei consigli migliori per risparmiare è l’utilizzo di lavaggi a basse temperature e a pieno carico. Prestateci maggior attenzione e, ogni volta in cui è possibile, scegliete le opzioni di lavaggio a risparmio energetico.

lavatrice

7 Trucchi culinari

Anche in cucina esistono dei piccoli trucchi per risparmiare. Il più ovvio è quello di spegnere il forno qualche minuto prima della conclusione della cottura. Mantenendolo chiuso la pietanza continuerà a cuocersi e questo vi permetterà di avere il pasto cotto a puntino risparmiando un po’ di luce. I forni a microonde sono più economici rispetto ai quelli tradizionali, ma ricordatevi di staccare sempre la spina perché gli standby consumano fino a 27 kWh.

forno

8 Spostate il frigo e sbrinate il freezer

Se il vostro frigo è attaccato al muro è arrivato il momento di spostarlo. Per ottenere risparmio ed efficienza la distanza fra i due non deve essere inferiore agli 8-12 cm. Lo stesso vale per lo sbrinamento del freezer. Si sa quanto il compito sia noioso e faticoso ma è la cosa migliore da fare per risparmiare sul vostro elettrodomestico. Inoltre ricordatevi di non aprire e chiudere continuamente gli sportelli e di adattare le temperature alla stagione.

frigo

9 Via libera alla tecnologia

Il momento è giusto per approcciarsi agli apparecchi smart. La possibilità di controllare gli elettrodomestici della propria casa anche a distanza è una grande possibilità di risparmio, poiché permette di gestire i vostri apparecchi (accensione, spegnimento, temperature, etc.) in orari e luoghi in cui non siete materialmente nella possibilità di farlo fisicamente. Il tutto a portata di smartphone.

smart

10 Accogliere il sole in casa 

La luce naturale è il miglior metodo di risparmio sia perché offre una stupenda illuminazione ma anche perché può essere una fonte di risparmio attraverso strumenti come i pannelli fotovoltaici. Se avete possibilità di investimento, anche grazie alle numerose agevolazioni del momento, provate a informarvi sulla possibilità di installare il fotovoltaico in casa. Se lo avete già, ricordatevi di mantenerlo sempre in buone condizioni per poter avere una perfetta prestazione

fotovoltaico