10 consigli per affrontare il cambio d’ora

Nella notte fra il 25 e 26 marzo, si spostano le lancette dell'orologio un'ora avanti.

Con l’arrivo della primavera le giornate si allungano e, inevitabilmente, portano con sé il critico momento del cambio d’ora che tutti temono. Questa notte porteremo gli orologi 1 ora avanti, alle 2 di notte, decretando il passaggio ufficiale all’ora legale, che durerà fino alla notte tra il 28 e il 29 ottobre 2023, quando le lancette verranno spostate indietro di un’ora, ripristinando così l’ora solare. 

Introdotta nel 1966 per sfruttare al meglio la luce solare durante il periodo primaverile ed estivo, l’ora legale ha permesso un grande risparmio di luce. Utile alle tasche e all’ambiente, ma da sempre considerato un momento critico poiché la perdita di 1 ora di sonno porta inevitabilmente una serie di disturbi dei ritmi biologici dell’organismo, legati soprattutto alla stimolazione della melatonina che avviene all’imbrunire. Si registrano problemi come scarsa capacità a concentrarsi, problemi di memoria, sonno disturbato, stanchezza e stress. Allora ecco per voi 10 consigli per affrontare il cambio d’ora e il passaggio all’ora legale.

1 Coricarsi un poco prima

Anticipare un poco l’ora di andare a letto vi aiuterà a sentire meno l’impatto del cambio d’ora. Aiutando a regolarizzare i ritmi. Bastano 20/30 minuti per fare la differenza

2 No caffeina

Evitare caffeina, bevande energizzanti o alcoliche che influiscono sul ciclo sonno-veglia faciliterà l’adattamento dell’organismo al nuovo orario

3 Esercizi nel tardo pomeriggio

Sfruttate l’ora di luce in più della sera, per l’attività fisica. Mettersi in moto aiuterà l’organismo ad attivarsi, ma non fatelo vicino l’ora stabilita per il sonno

4 Settimana detox 

Approfittate del cambio d’orario per dare il via a una settima detox, infatti soprattutto nella prima settimana dal passaggio è consigliabile mangiare leggero a cena, con pochi grassi e facili da digerire favorendo così il riposo.

5 Basse temperature

Cercate di mantenere una temperatura bassa nell’ambiente intorno a voi, il freddo spinge alla sonnolenza, regolate la temperatura dell’ambiente intorno ai 19°, così da facilitare il processo di addormentamento

6 Rituali 

Create un rituale rilassante da utilizzare per qualche giorno a partire dal sabato. Magari tornata dalla vostra sessione di attività fisica potreste fare un bagno caldo, un bel massaggio, la lettura di un libro a letto con una tisana, qualunque cosa possa aiutare il vostro corpo e la vostra mente a rilassarsi. Vi farà svegliare con la sensazione di aver dormito meglio.

7 Un motivo per alzarsi

Riempite il frigo di tutte le cose che amate per fare colazione, il solo pensiero di gustare quel toast che amate tanto o quella nuova marmellata vi regalerà un motivo in più per scendere dal letto la mattina, stabilizzando il vostro orologio biologico.

8 Resta attivo

Non appisolarti il grande giorno, cerca di restare attivo il più possibile per evitare che il sonno durante la giornata possa stimolare il tuo organismo nella veglia serale diminuendo le possibilità di addormentarsi facilmente.

9 Sveglia lontana

Posizionate la vostra sveglia fuori portata e puntate più sveglie a breve distanza. Non avrete possibilità, dovrete alzarvi per staccarle. 

10 Integratori 

Se proprio nessun consiglio per voi funziona provate con gli integratori a base di melatonina o di prodotti vegetali a base di erbe e piante dall’azione sedativa e rilassante, come camomilla, melissa, valeriana o passiflora. Vi aiuteranno a riposare meglio

Dalla stessa categoria