Home / Italpress Ambiente  / Roma, un nuovo bosco di 500 querce nel Parco di Aguzzano

Roma, un nuovo bosco di 500 querce nel Parco di Aguzzano

ROMA (ITALPRESS) – Sono 500 i nuovi alberi piantumati nel parco regionale urbano di Aguzzano-Casal dè Pazzi, a Roma. L’iniziativa che rientra nel progetto ‘Ossigenò è avvenuta alla presenza del presidente del IV municipio Massimiliano Umberti, del presidente dell’Ente Regionale RomaNatura Maurizio Gubbiotti e del presidente di Regione Lazio Nicola Zingaretti.
Nel corso dell’inaugurazione del nuovo polmone verde cittadino il presidente Zingaretti ha piantumato una delle nuove querce.
Il progetto è stato realizzato con la collaborazione dell’Ente Regionale RomaNatura che ha già in gestione il Parco di Aguzzano, e che oltre ad aver curato la piantumazione, si occuperà per 24 mesi dell’irrigazione e della cura dei nuovi alberi. Grazie al ringiovanimento della flora l’obiettivo è quello di ricompensare le emissioni di CO2 in un quadrante strategico della città, migliorando la qualità dell’aria e del suolo. I prossimi passi del progetto Ossigeno prevedono la partenza a marzo di un terzo avviso a sportello rivolto alle Amministrazioni Comunali, ai Municipi di Roma Capitale, agli Istituti e alle Università Agrarie, agli enti del terzo settore, alle Dimore Storiche e agli Istituti Culturali.
Lo scopo a lungo termine è anche quello di coinvolgere in maniera sempre più continuativa il territorio e finanziare nuovi progetti di piantumazione di alberi in tutta la regione Lazio. E’ inoltre in atto il censimento dei terreni del demanio regionale, di ARSIAL e dei Parchi regionali per procedere a piantumazioni extra bando e accelerare gli obiettivi di Ossigeno riqualificando alcune aree. Sono già stati raccolti centinaia di lotti disponibili e l’amministrazione sta lavorando ad alcuni protocolli d’intesa con enti terzi per procedere poi a specifici progetti di forestazione.
Entro fine mese sono in programma di essere portati a termine più di 80 interventi per la messa a dimora di oltre 30 mila piante.
“Si tratta di uno dei parchi più piccoli di Roma, ma con una vitalità territoriale incredibile. Questo luogo diventerà un bosco bellissimo. Anche così si prosegue la lotta ai cambiamenti climatici che fa la differenza”, così presidente di RomaNatura Gubbiotti. “Un ente di volontariato si occuperà almeno per i primi due anni della cura e della manutenzione del parco. E’ un piacere iniziare da subito il lavoro con il presidente del IV municipio Umberti”, ha proseguito.
Quindi la parola è andata a Massimiliano Umberti. “Abbiamo tanto amore per i nostri parchi e piantare 400/500 alberi significa dare 15 mila litri di ossigeno al giorno a Roma. Abbiamo messo risorse a bilancio subito per piantare nuovi alberi; il tutto nel segno degli obiettivi della COP Glasgow”, ha spiegato il presidente del IV municipio.
Zingaretti ha espresso entusiasmo per “il nuovo bosco di Roma di 500 querce”. “Si tratta di un parco bellissimo conquistato negli anni dai cittadini e un bosco è anche una possibilità per aumentare frequentabilità di un parco”, ha proseguito Zingaretti. “Questo gesto significa anche dare una mano al pianeta perchè piantumare gli alberi rallenta i cambiamenti climatici. Noi puntiamo a piantare milioni di alberi in tutta la regione e lo faremo fino alla fine del nostro mandato”, ha concluso Zingaretti.
(ITALPRESS).