Home / Sport e Natura  / Ravenna, quasi 200 persone per festeggiare i 160 anni del Tiro a Segno Nazionale

Ravenna, quasi 200 persone per festeggiare i 160 anni del Tiro a Segno Nazionale

Foto: La foto di gruppo del primo Trofeo Interforze

Quasi 200 persone hanno preso parte, stamattina, alle celebrazioni per il 160° anniversario della fondazione del Tiro a Segno Ravennate. La parte più coinvolgente della mattinata è stata l’arrivo della banda dei Bersaglieri, che hanno poi intonato l’inno di Mameli e vari altri brani musicali, a corollario dell’alzabandiera e della scoperta della targa che ricorda la nascita della Sezione Ravennate, nel lontano 1862. Il tutto alla presenza di numerose autorità, fra cui il prefetto di Ravenna, Castrese De Rosa, e il vicesindaco Eugenio Fusignani.

Al termine, prima del brindisi di rito, si è svolta la premiazione della gara interforze di tiro, a cui hanno partecipato in prima mattina i rappresentanti di otto corpi di forze armate che abitualmente utilizzano l’impianto ravennate per i loro allenamenti. Alla fine, si è imposta la coppia della Polizia di Stato di Ravenna, composta da Oronzo Cosimo Brogna e Guglielmo Selvaggini.

«Sono davvero molto soddisfatto – ha detto al termine il presidente della sezione ravennate, Ivo Angelini -. La cerimonia è stata coinvolgente e tutto si è solo alla perfezione, ma soprattutto la grande partecipazione conferma come la nostra realtà, e la nostra disciplina, siano in grande crescita a Ravenna. Una città che peraltro vanta tradizioni di grande rilievo, come dimostra il compleanno che abbiamo celebrato questa mattina».

Condividi questo articolo