Home / Arte e cultura  / Ravenna, ai “Sabati del Moog” si parla di danza con le curatrici del Festival Ammutinamenti

Ravenna, ai “Sabati del Moog” si parla di danza con le curatrici del Festival Ammutinamenti

festival ammutinamenti

Sabato 19 novembre ore 18, presso Moog Slow Bar, Vicolo Padenna 5 Ravenna, si terrà il quarto incontro della rassegna “I sabati del Moog” curata da Ivano Mazzani.Attraverso le voci della nuova generazione di curatrici del festival, promosso da Cantieri Danza, si ripercorrerà l’azione di Ammutinamenti nei suoi 25 anni di storia, innovazione dei linguaggi scenici, azioni con la cittadinanza e trasformazione dei luoghi di Ravenna attraverso la danza.

FRANCESCA SERENA CASADIOsi laurea nel 2002 in Discipline dell’arte, della musica e dello spettacolo (DAMS) presso l’Università degli Studi di Bologna. Tra novembre 2004 e luglio 2005 frequenta il corso di perfezionamento per Responsabile di Progetti Culturali presso la Fondazione Fitzcarraldo di Torino. Dal 2001 collabora con l’Associazione Cantieri Danza di Ravenna all’interno della quale ricopre nel tempo vari ruoli. Fino al 2009 cura la direzione organizzativa dell’Associazione, in particolare dei due festival Lavori in pelle – divenuto poi Vetrina della giovane danza d’autore – e Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore. Dal 2004 partecipa in maniera continuativa al progetto di formazione CorpoGiochi, ideato da Monica Francia, che si declina in laboratori di formazione all’esperienza corporea fruibili da tutti. Per Cantieri Danza ha curato inoltre fino al 2021 le due azioni del Network Anticorpi XL Nuove Traiettorie e CorpoGiochi XL. Dal 2020 fa parte del gruppo curatoriale di Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore.
CHRISTEL GRILLOsi laurea nel 2011 in mediazione linguistica interculturale alla Scuola per Interpreti e Traduttori di Forlì. Dallo stesso anno, comincia a lavorare per l’Associazione Cantieri Danza in qualità di segretaria organizzativa, collaborando all’organizzazione annuale di Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore, del Festival Nutrimenti per la crescita, della rassegna ToDay ToDance e contribuisce alla realizzazione del progetto CorpoGiochi. Questo incarico le permette di sfruttare le sue conoscenze in ambito linguistico entrando in contatto con le compagnie emergenti e affermate della danza contemporanea. Dal 2019 assume per Cantieri Danza l’incarico di coordinamento organizzativo del Network Anticorpi XL e dell’azione di rete Vetrina della giovane danza d’autore, mentre dal 2021 coordina anche i progetti CollaborAction Kids e dal 2022 Nuove Traiettorie. Dal 2020, inoltre, fa parte del gruppo curatoriale di Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore.
GIULIA MELANDRIsi laurea in Scienze della Comunicazione (settore cultura e arti) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Ferrara e consegue la laurea magistrale in Discipline dello spettacolo dal vivo (DAMS teatro) presso l’Università degli Studi di Bologna. Parallelamente alla formazione universitaria, si diploma in Danzaeducatore® presso il centro Mousikè di Bologna. Dal 2013 è direttrice organizzativa delle rassegne e festival promossi dall’Associazione Cantieri Danza, coordinatrice di Anticorpi – Rete regionale di festival, rassegne e residenze creative dell’Emilia-Romagna e del progetto Prove d’Autore per il Network nazionale Anticorpi XL. Per Cantieri Danza coordina inoltre progetti di formazione e avvicinamento dei giovani allo spettacolo dal vivo attraverso workshop e cicli di incontri incentrati sulla visione di spettacoli di danza, osservazione critica, organizzazione e promozione. Dal 2020 è co-curatrice di Ammutinamenti – Festival di danza urbana e d’autore.www.cantieridanza.org