Home / Sport e Natura  / Primo premio Alfredo Oriani – L’Oscar de “La Bicicletta” a Gianni Bugno, a Riolo Terme il 29 ottobre

Primo premio Alfredo Oriani – L’Oscar de “La Bicicletta” a Gianni Bugno, a Riolo Terme il 29 ottobre

gianni bugno

In occasione dei 120 anni dalla prima pubblicazione dell’opera che Alfredo Oriani dedicò a “La bicicletta”, pubblicato da Zanichelli nel 1902, l’Associazione Cicloturistica Asd Oriani di Casola Valsenio, il Riolo Terme Cycling Hub, il Comune di Riolo Terme e il Comune di Casola Valsenio hanno deciso di istituire un premio intitolato all’opera omonima e al primo ciclo-viaggiatore della storia.

 

Il premio Alfredo Oriani – l’Oscar de “La Bicicletta” vuole essere un momento di ricordo della sua figura, del suo legame con la bicicletta attualizzato al nostro tempo, un riconoscimento a tutte quelle persone che promuovono, vivono e raccontano la bicicletta come stile e filosofia di vita, così come fece Alfredo Oriani nella sua opera.

 

La scelta del 1º premio è ricaduta su Gianni Bugno, “un grande campione di ciclismo e di vita” che nel 2021 ha pubblicato la sua autobiografia “Per non cadere. La mia vita in equilibrio”, scritto con Tiziano Marino. Oggi Bugno è anche testimonial e rappresentante della SL Academy Sport & Lifestyle, che promuove esperienze di viaggi secondo una filosofia di vita, una passione per lo sport che lo stesso Campione desidera condividere con gli amanti del ciclismo partendo dall’evoluzione del concetto di esperienze di sport e wellbeing con percorsi, seguiti da professionisti ed allenatori sportivi e medicali, funzionali all’ottimizzazione dello stile di vita e delle performance per il benessere psico-fisico e alla scoperta dei territori.

 

La prima edizione del Premio verrà assegnata sabato 29 ottobre alle 18.30 a Riolo Terme nella Sala Murri del Grand Hotel delle Terme di Riolo.

Condurrà la serata Roberto Feroli, giornalista di CYCLINGLANDS TV NETWORK alla presenza delle autorità locali, tra cui i Sindaci di Riolo Terme, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Faenza e Imola.

 

LA SCALETTA DEI PREMI 2022

PREMIO ALFREDO ORIANI – L’Oscar de “LA BICICLETTA”: ovviamente a GIANNI BUGNO non solo per una vita intera dedicata a questo sport, ma per aver saputo rendere la bicicletta uno stile di vita, un’esperienza da condividere con appassionati delle due ruote ma anche con chi ricerca il benessere psico-fisico nel viaggio, nella conoscenza del territorio circostante.

PREMIO ALFREDO ORIANI “CICLISMO È BENESSERE”: TEAM SL ACADEMY GIANNI BUGNO composto da Mario Chiesa (direttore sportivo), Maurizio Molinari (ex-professionista), Diego Cecchi (allenatore III^ livello categorie internazionali), Osvaldo Bettoni (tecnico Shimano), Diego Bragato (responsabile performance in seno alla Federazione Ciclistica Italiana), Marco Compri (preparatore atletico della nazionale).

PREMIO ALFREDO ORIANI “ACTIVEITALY”: SILVIA DONATIELLO giornalista freelance specializzata in turismo attivo, responsabile della comunicazione di molti progetti di cicloturismo.

PREMIO ALFREDO ORIANI “MEDIA & COMUNICAZIONE”: PROGETTO BIKE DI BFC MEDIA. Ritira il premio Matteo Rigamonti coordinatore del primo sistema di comunicazione integrato (tv, web e magazine) dedicato alla cultura della bicicletta e della smart mobility. Il progetto Bike si compone del magazine trimestrale, Bike smart mobility, allegato di Forbes ma anche presente in edicola in forma autonoma, del canale video Bike in onda su SKY, Dtt, Dtt di Sport e Hbb Tv, sul sito bikechannel.it dove confluisce bikeplay.tv.

PREMIO ALFREDO ORIANI “EVENTO CICLISTICO”: RALLY DI ROMAGNA la prima corsa ciclistica a tappe riservata alle Mountain bike che, dal 2010, si svolge in Emilia Romagna, nel comune di Riolo Terme (Ra), nel cuore dell’ Appennino Tosco-Romagnolo. Il percorso prevede la partenza e l’arrivo di ogni tappa a Riolo Terme. Nata come una scommessa fra amici, la manifestazione è cresciuta anno dopo anno affermandosi come uno degli appuntamenti europei più prestigiosi nel mondo dell’off-road.

PREMIO ALFREDO ORIANI “ALFIERE DELLA PROMOZIONE CICLOTURISTICA DEL TERRITORIO”: MARCO SELLERI, direttore generale comitato Imola2020 per l’organizzazione del Mondiale UCI road 2020 e per la realizzazione del Circuito permanente, co-direttore ExtraGiro, direttore genrale Giro d’Italia Giovani e di tutte le corse, Presidente Nuova Ciclistica Placci

PREMIO ALFREDO ORIANI “ALFIERE DELL’EDUCAZIONE E DELLA SICUREZZA CICLISTICA”: RAFFAELE BABINI, storico direttore di corsa del Giro d’Italia, presidente della Società Ciclistica Faentina e vicepresidente della Consulta della Bicicletta del Comune di Faenza.

PREMIO ALFREDO ORIANI “ALFIERE DELL’ECCELLENZA MECCANICA”: MATTEO CORNACCHIONE, meccanico della squadra Ineos Grenadier di Filippo Ganna.

PREMIO ALFREDO ORIANI “ALFIERE DELLE ROMAGNA CICLISTICA JR”: LORENZO SCARPETTI, ciclista dell’Appennino Bike e vincitore del Campionato Italiano Enduro 2022, categoria Juniores.

PREMIO ALFREDO ORIANI “ALFIERE DELLE ROMAGNA CICLISTICA FEMMINILE”: ELENA GADDONI, campionessa italiana Marathon 2013, 2015, 2018 e 2020, vincitrice della Hero 2017 con la maglia della Nazionale Italiana per ben 14 volte. Un background di vittorie e piazzamenti incredibile, che fa della campionessa una delle atlete italiane più forti di sempre.

PREMIO SPECIALE ALFREDO ORIANI “PIONIERI DELLE RANDONNÉE”: ALBERTO PADOVANI, ideatore della Mille Oriani, la randonnée che ripercorre, per buona parte, il lungo e affascinante viaggio di mille chilometri compiuto tra la fine di luglio e l’inizio di agosto del 1897 da Alfredo Oriani, che descrisse poi quella straordinaria avventura nel famoso libro “La Bicicletta”.