Home / Italpress Hi-Tech  / Microsoft, con il cloud 10mila opportunità di lavoro

Microsoft, con il cloud 10mila opportunità di lavoro

ROMA (ITALPRESS/TraMe&Tech) – Microsoft lancia un progetto in linea con le priorità del Pnrr. Che prevede un impatto stimato di circa 9 miliardi di dollari di indotto diretto e indiretto e 10mila opportunità di lavoro entro la fine del 2024. Si tratta di “Ambizione Italia Cloud Region Partner Alliance”, un ecosistema di partner per accelerare la trasformazione digitale del Paese. L’iniziativa punta ad accelerare la trasformazione digitale supportando le organizzazioni pubbliche e private nel percorso di innovazione. Grazie anche a servizi cloud locali, in grado di sfruttare gli investimenti del Pnrr che mette a disposizione 191,5 miliardi di euro di fondi. Di cui oltre la metà potenzialmente collegati a soluzioni cloud e digitali. Tra i primi partner di questa alleanza ci sono: Accenture, Avanade, Cluster Reply, Engineering, Kyndryl, TeamSystem, Var Group
Tutti i partner puntano su servizi cloud locali, accesso sicuro ai dati, consulenza e competenze dedicate.
Il progetto si colloca nell’ambito del più ampio piano quinquennale di Microsoft “Ambizione Italia”. E’ stato annunciato nel 2020 per sostenere la crescita del Paese attraverso 1,5 miliardi di dollari di investimento in tecnologia e formazione. L’intento è di avviare la prima regione cloud Microsoft in Italia, ossia a Milano, come parte del network globale di datacenter a marchio Azure.
Accenture, Avanade, Cluster Reply, Engineering, Kyndryl, TeamSystem e Var Group svilupperanno insieme a Microsoft una strategia comune. Con iniziative e programmi di mercato utili inoltre a raggiungere le organizzazioni di qualsiasi dimensione e settore in Italia. Aiutandole a cogliere i benefici del digitale.
Questo impegno di Microsoft e dei suoi partner si concretizzerà anche con l’avvio di un piano condiviso di formazione e risorse dedicate per le aziende. Queste sono volte tra l’altro a promuovere la diffusione di una cultura digitale funzionale alla crescita del Paese. In questa logica è fondamentale il ruolo dei professionisti Ict, perciò i dipendenti dei partner dell’alleanza verranno coinvolti in un ampio programma di training e certificazioni. L’obiettivo insomma è di favorirne l’upskilling e l’attestazione professionale per trasformarli in consulenti riconosciuti.
L’alleanza si inserisce anche nel più ampio impegno di Microsoft volto a creare una filiera di innovazione in Italia. Grazie la propria rete di partner che è cresciuta del 30% negli ultimi 3 anni e che conta oggi più di 14mila partner con oltre 400mila professionisti, che accompagnano le organizzazioni italiane pubbliche e private nei percorsi di trasformazione digitale.
(ITALPRESS).