La lughese Elena Giacomoni al Festival di Sanremo. Massaggi per rilassare i cantanti in gara

Al suo esordio, nell’area Spa, l’estetista 47enne ha già incontrato Nek, Francesco Renga, youtuber e tiktoker. Esperta di riflessologia plantare e ayurveda, il suo sogno è conoscere Giuliano Sangiorgi dei Negroamaro

Allentare la tensione dei cantanti in vista delle esibizioni sul palco al Festival di Sanremo, regalando un momento di benessere e tranquillità. Questo è l’obiettivo dell’estetista e massaggiatrice lughese Elena Giacomoni, 47 anni, titolare della Bottega della Bellezza a Cà di Lugo, che fa parte quest’anno del gruppo di professionisti selezionati nei mesi scorsi per lavorare nell’area Spa allestita da Iso Benessere sotto la guida di Claudia Musay.

Un pezzo di Romagna, dunque, nel dietro le quinte della kermesse musicale dove lavora anche la riminese Claudia Bindi. L’anno scorso poi, in molti ricorderanno gli estrosi look del parrucchiere lughese Anthony Papa che ha avuto il piacere di pettinare molti vip.



L’emozione di partecipare per la prima volta al Festival di Sanremo

Sanremo è sempre Sanremo, cinque giornate in cui la località ligure è praticamente blindata, cinque giornate in cui l’Italia intera sembra fermarsi per parlare solo di musica e dintorni. Per tutti, cantanti, addetti ai lavori e professionisti vari è un’imperdibile vetrina per aprirsi a nuove opportunità, oltre che qualcosa da ricordare per tutta la vita. La pensa esattamente così Elena Giacomoni.

«Non so bene cosa aspettarmi – racconta – ma di certo ho sempre adorato il festival che credo possa mettere un po’ di pepe anche nel mio percorso. Nei mesi scorsi mi sono divertita anche a partecipare al Cosmoprof Worldwide di Bologna, dove mi sono dedicata al make-up, sono sempre alla ricerca di nuove e arricchenti esperienze professionali».

Seguendo il consiglio di una collega di Milano, Giacomoni ha presentato la sua candidatura ed è stata selezionata, grazie anche alla sua specializzazione in riflessologia plantare e ayurvedica. Lo scorso novembre a Roma ha seguito un corso di formazione, insieme agli altri professionisti del team, per imparare un metodo uguale per tutti che include elementi di riflessologia plantare e di ayurveda per equilibrare mente e corpo.

I trattamenti riservati ai vip nell’area Spa del Palazzo delle Celebrità

«I nostri sono principalmente trattamenti che aiutano ad allentare lo stress degli artisti – spiega –. Servono soprattutto a sbloccare il diaframma perché la respirazione è una delle responsabili sia dell’ansia che dell’evoluzione della voce. E purtroppo, si sa, quando il diaframma si contrae a lungo, il rischio è di compromettere l’esibizione. Ci sarà poi chi chiederà massaggi al collo o alla schiena dove spesso si somatizza la tensione. Per le donne, come ci hanno spiegato, ci sarà da curare anche gambe, polpacci, caviglie e piedi, sotto stress per il fatto di indossare tacchi vertiginosi per ora. Personalmente, essendo esperta di riflessologia plantare, mi sento molto preparata su quest’ultimo fronte. Sperando che l’emozione non faccia brutti scherzi anche a noi…».

Al Palazzo delle Celebrità, sede dell’area Spa, è stata allestita anche una ‘stanza del sale’ attrezzata con lettini. Un luogo ideale per diminuire le tensioni, dare sollievo alla gola e alle vie respiratorie, aumentare la concentrazione. Tra i trattamenti proposti in cabina anche un lifting manuale del viso che consente di ottenere un effetto simile al botox, ma senza controindicazione, semplicemente riposizionando il grasso del viso. L’ideale per gli artisti, soprattutto per gli uomini, prima di andare in onda.

Giacomoni, come gli altri colleghi, è arrivata a Sanremo lunedì 5 febbraio, il giorno dopo ha preso parte al servizio fotografico e all’inaugurazione ufficiale dell’area Spa, attiva ufficialmente dalla prima serata del festival. Dal 7 al 10 febbraio, l’apertura è garantita dalle 10 di mattina alle 20, con turni da sei ore per le operatrici. Compito delle addette alla reception sarà quello di prendere le prenotazioni per i trattamenti in cabina o direttamente in albergo, su richiesta. Nel 2019, se lo ricorda bene Claudia Bindi, fu necessario un intervento urgente in hotel a Ultimo, finito bloccato in camera per la tensione. Con un massaggio riuscì a distendersi un po’ e partecipare alla serata finale dove poi si classificò al secondo posto.

L’incontro di Elena Giacomoni con Nek e Renga, il sogno di conoscere Sangiorgi dei Negroamaro

Per Elena Giacomoni, è tutto nuovo, ma ha già avuto modo di incontrare alcuni artisti nei corridoi come Nek e Francesco Renga, direttori d’orchestra come Enzo Campagnoli, tiktoker quali Mery Esposito, produttori come Luca Sepe. «L’incontro con Nek – racconta – è stato particolarmente emozionante perché lo seguo sin da ragazzina. Vinta un po’ di timidezza, l’ho inseguito per una foto. Mi ha chiesto cosa facevo a Sanremo e poi mi ha detto: “Wow, che bello!”. Molto gentile. A questo punto il sogno nel cassetto è incontrare Giuliano Sangiorgi dei Negroamaro, il mio preferito. Ho seguito tutti i suoi concerti. Tra le donne, mi incuriosisce l’intramontabile Loredana Berté: lei ha i capelli blu, io viola, insieme faremmo una bella accoppiata».

Leggi anche: I pronostici di Moder su Sanremo: «Sul podio Geolier. Voto del cuore a Dargen»

Dalla stessa categoria