Home / Italpress Ambiente  / La spiaggia di Focene ripulita dai dipendenti di Adr e Boeing

La spiaggia di Focene ripulita dai dipendenti di Adr e Boeing

ROMA (ITALPRESS) – Una mattinata di pulizia straordinaria della spiaggia “Pesce Luna” di Focene. Si tratta del secondo appuntamento di questo genere, dopo il primo di inizio giugno 2021, in cui circa un centinaio di dipendenti volontari di Aeroporti di Roma e Boeing, hanno raccolto e differenziato più di 50 sacchi tra plastica, vetro, carta e indifferenziata. I rifiuti saranno ritirati e smaltiti dal Comune di Fiumicino. Quest’anno Aeroporti di Roma ha coinvolto nell’operazione anche i dipendenti di Boeing, i quali, divisi in gruppi e muniti di guanti ed equipaggiamento adatto, hanno pulito l’area mettendola in sicurezza a beneficio di tutti i cittadini. Anche quello di oggi rientra tra le iniziative ADR per la sostenibilità ambientale. Aeroporti di Roma ha avviato infatti da tempo una serie di iniziative in tema di sostenibilità, risparmio energetico, raccolta differenziata e riciclo. Il concetto di sostenibilità di Adr, primo polo aeroportuale italiano, è a 360 gradi e gli obiettivi che si prefigge spaziano dalla salvaguardia ambientale a quella sociale, fino alla valorizzazione delle comunità locali per rendere il “Leonardo da Vinci” un aeroporto sempre più sostenibile, innovativo e inclusivo, in costante dialogo con le esigenze del Territorio e della sua Comunità. “Torniamo dopo un anno dopo aver recuperato da un punto di vista di bonifica dell’area e ora la stiamo preparando per la stagione estiva. Non è solo tutela ambientale, ma anche coinvolgimento delle persone, dei nostri grandi partner di sistema come Boeing e del territorio. E’ un’iniziativa che abbiamo voluto insieme al Comune di Fiumicino insieme al sindaco Montino e siamo fianco a fianco in questa iniziativa”, ha dichiarato Marco Troncone, amministratore delegato di Adr. Per Angela Natale, presidente di Boeing Italia: “E’ un segno del nostro impegno con la realtà italiana in cui siamo presenti da diversi decenni, è anche un modo per dire grazie ai nostri partner italiani ed è infine un modo per testimoniare il nostro interesse per la sostenibilità. Vogliamo testimoniare che siamo parte di questa realtà e che vogliamo continuare a collaborare con tutta la realtà italiana”. (ITALPRESS).