Home / Sport e Natura  / La Consar Rcm torna a festeggiare una vittoria contro il Castellana Grotte

La Consar Rcm torna a festeggiare una vittoria contro il Castellana Grotte

Consar rcm

Dopo un campionato intero senza alcuna gioia, la Consar Rcm torna a festeggiare un successo. E lo fa al termine di un’estenuante partita, di oltre due ore, espugnando uno dei parquet più difficili della A2. La squadra di Bonitta sbanca Castellana Grotte imponendosi al tie-break. Coscione offre una lezione di regia, Bovolenta ad appena 18 anni entra nella storia della pallavolo ravennate siglando 36 punti e Arasomwan domina al centro griffando 17 punti, la sua seconda miglior prestazione personale in carriera. Numeri che fanno la differenza nel contesto di un match equilibrato in tutti i fondamentali, così come sposta gli equilibri l’ottima prestazione in ricezione di Ravenna.

 

La cronaca della partita Con Pinali in panchina per onor di forma (problema muscolare nell’ultimo allenamento), Bonitta schiera Coscione in regia, Bovolenta opposto, il duo Arasomwan-Comparoni al centro e in attacco Pol-Orioli con Goi libero. Cannestracci, coach della Bcc, risponde con Jukoski in regia, Lopes Nery opposto, Presta e Zamagni al centro, Di Silvestre-Cattaneo come schiacciatori e Marchisio libero. Il primo set fila via su un costante equilibrio con le due squadre impegnate  a sorpassarsi di continuo. Bovolenta e Pol annullano con un attacco e un muro i due set ball pugliesi, poi un errore riporta Bcc a+1 e un muro consegna il set ai padroni di casa. L’equilibrato primo set viene risolto dall’accelerata finale dei padroni di casa che sul 22 pari trovano i punti necessari per imporsi dopo che Bovolenta e Pol avevano annullato  con un attacco e un muro i due set ball pugliesi. Sono un errore di Ravenna e un muro a consegnare il set ai padroni di casa.
Goi e compagni reagiscono bene e dopo un avvio equilibrato di secondo set allungano a +4 (12-16) e poi con un Bovolenta in versione deluxe (12 punti) scavano un solco troppo alto per i padroni di casa.

 

Partenza ad handicap nel terzo set per la Consar Rcm. Castellana vola sul 4-0 e Bonitta è costretto a chiamare il timeout. La scossa dalla panchina sortisce effetto. Al rientro in campo, Ravenna ritrova efficacia e gioco, riduce il distacco (6-4) e agguanta la parità a quota 7. Orioli poi mette la freccia per il primo vantaggio in questo set (9-10). La Consar Rcm ci crede, vola sul +3 (11-14), poi allarga il divario a +5 (14-19) e resiste al tentativo di rimonta dei padroni di casa che si spingono fino al -1 (20-21) con due muri poderosi. La Consar Rcm tiene e con un errore al servizio degli avversari e un muro di Orioli porta a casa il set.
La squadra di Bonitta parte forte nel quarto set, sulle ali dell’entusiasmo e della convinzione: 1-4 con l’ace di Bovolenta. La Bcc alza il muro e piazza un break di 4 punti, che vale il sorpasso (5-4). Fatica di più in attacco e in difesa Ravenna e la Bcc ne approfitta per prendere un vantaggio rilevante (16-11), che Goi e compagni non riescono a chiudere. Castellana va a prendersi il set.
Punto a punto nel tie-break, poi la prima accelerata è della Consar Rcm grazie a due errori in attacco dei padroni di casa (6-8). E’ di nuovo parità a quota 9 e nuovo allungo ospite con i due europei Bovolenta e Orioli (10-12) e nuovo minibreak pugliese a sancire la nuova parità (12-12). Ravenna si guadagna due match-ball con un errore avversario al servizio e un bell’attacco di Bovolenta (12-14). E’ un muro a tre a dare il successo a Ravenna. In regular season non accadeva dal 3 febbraio 2021 (3-1 con la Kioene Padova).

 

Il commento di coach Bonitta “C’è stato di tutto in questa vittoria: una squadra che ha ricevuto molto bene e che ha potuto quindi attaccare al meglio, ragazzi che sono rimasti sul pezzo sia dopo avere perso il primo set, regalando qualche situazione di troppo, sia dopo avere subito un po’ la forza degli avversari nel quarto. I passi in avanti rispetto alla prima partita sono tanti e i ragazzi, smaltito il peso dell’esordio e pagato lo scotto del noviziato, hanno giocato davvero una buona gara”.