Home / Sport e Natura  / La Consar Rcm guadagna un punto in Calabria

La Consar Rcm guadagna un punto in Calabria

Consar Rcm

Con una prova di grande spessore tecnico e agonistico, la Consar Rcm strappa un punto alla capolista Callipo che ringrazia soprattutto Buchegger, ex Ravenna, mattatore del match con 29 punti e 55% in attacco, e Fedrizzi (15 punti e 65%), se riesce a tornare a vincere dopo due ko. La formazione di Bonitta, avanti 2 set a 1, cala sul piano fisico ma ha il merito di non mollare, chiudendo con quattro giocatori in doppia cifra: Bovolenta 19, Orioli 17 (primato stagionale per lui), Comparoni 16 (anche per il centrale record di stagione) e Pinali 12 punti. Impressionano soprattutto Orioli con il 64% in attacco e Comparoni con il 67%, con 4 muri su 8, fondamentale in cui Ravenna marca la differenza più netta (un solo muro vincente per la Callipo).

I sestetti Debutta nello starting six della Consar Rcm Ceban al posto di Arasomwan. Per il resto formazione confermata con la diagonale Mancini-Bovolenta, Orioli e Pinali in attacco, Comparoni al centro e Goi libero. Un cambio anche nel sestetto di Vibo rispetto all’ultima gara: c’è Mijailovic in attacco al posto di Fedrizzi. Insieme a lui Terpin, con Orduna-Buchegger, entrambi a Ravenna nel 2017/18, i centrali Candellaro-Tondo e il libero Cavaccini.

La cronaca della partita Lunga fase iniziale di primo set con cambi palla fino al 10 pari, poi il primo scatto è della Consar Rcm che sfrutta al meglio il turno al servizio di Pinali e i primi muri vincenti di Comparoni per piazzare un break di 4 punti. La Callipo si scuote, piazza a sua volta un contro-break e si torna in equilibrio (13-14). Dopo il time out di Bonitta, un errore della Callipo e un muro di Mancini determinano il nuovo allungo (13-16). Orioli mette a terra il pallone del +4 (14-18). E’ Fedrizzi, nel frattempo subentrato a Terpin, a suonare la carica per i suoi segnando due dei tre punti che valgono la nuova parità a quota 20. Finale punto a punto deciso da un attacco vincente di Orioli. La Consar Rcm prende subito due lunghezze di vantaggio nel secondo set. La Callipo trova il pareggio a quota 6 su un errore in attacco dei romagnoli e poi si porta sul 10-8. Qui Bovolenta (3 punti) e Comparoni scrivono il break di 4 punti e il controsorpasso (10-12) ma la squadra di Douglas è reattiva, pareggia di nuovo e a sua volta allunga (16-14 e 19-16). Esce Ceban ed entra Orto e si torna in parità a quota 20. Altro finale di set punto a punto risolto da Fedrizzi e Buchegger con due attacchi potenti. Dai blocchi del terzo set scatta veloce la Consar Rcm (0-3), più tonica e incisiva in attacco e al servizio. Ravenna si issa al +4 (5-9, con doppio Orioli) e poi al +5 (6-11) ancora con Orioli (un ace questa volta). Si scuote la Callipo e con un break di 4 punti accorcia le distanze, approfittando di un calo di tensione di Ravenna. Sbroglia il momento difficile Bovolenta che fa ripartire i suoi. Vibo corona la rimonta sul 14 pari e con Fedrizzi, a segno due volte di fila, trova il primo vantaggio del set (16-14). Orduna sigla il +3 (18-15). Entra Arasomwan, e tre poderosi muri di fila riportano Ravenna a galla e davanti (20-21). Pinali e Comparoni risolvono il set (22-25). Il quarto set è un monologo della Callipo che prende subito il comando (3-1 e 8-4) e non lo molla più. La resistenza della Consar Rcm arriva fino al -2 (11-9) e al -1 (14-13) con Bovolenta ma sono Candellaro, Orduna con un ace e Fedrizzi a cavare le castagne dal fuoco per la Callipo portandola di nuovo a +4 (18-14), aprendo la strada per la conquista del parziale. Nel tie-break si scatena Buchegger. L’opposto austriaco della Callipo firma i primi sei punti della sua squadra (7-4) e fiacca la resistenza di Ravenna, che si spegne sugli ultimi punti di Bovolenta e Comparoni. Finisce 3-2: esulta Vibo ma Goi e compagni escono a testa altissima nella verifica contro la capolista.

  • unika
POST TAGS: