Home / Italpress Ambiente  / Il sesto Bilancio di Sostenibilità Mapei si apre a tutta Europa

Il sesto Bilancio di Sostenibilità Mapei si apre a tutta Europa

MILANO (ITALPRESS) – Crescita costante in termini di fatturato e dipendenti, un impegno concreto per la sostenibilità e un bacino di analisi che abbraccia tutta Europa. Il sesto Bilancio di Sostenibilità segna nuovi importanti traguardi per il Gruppo Mapei, con dati esemplificativi di una strategia aziendale che si dimostra vincente anche nei periodi di difficoltà.
Mapei conferma con convinzione il proprio impegno nei confronti del territorio e della comunità: 1.939 milioni di euro distribuiti agli stakeholder, 38 milioni di euro investiti in Ricerca & Sviluppo e 32 milioni di euro spesi in iniziative sportive, culturali e sociali.
Numeri che per la prima volta rappresentano tutto il perimetro europeo del gruppo, prendendo in analisi Mapei SpA, tutte le filiali Mapei europee, nonchè tutte le consociate italiane e quelle europee consolidate integralmente: Adesital, Cercol, Gòrka Cement, Mapei Marine, M+, Polyglass, Rasco, Sopro, Tecnopol, Vaga e Vinavil. Un impegno per comunicare annualmente in modo trasparente i propri valori e la propria performance ambientale, sociale ed economica.
Il 2021 è stato un anno caratterizzato dalla ripresa e dal desiderio di tornare alla normalità, elementi che hanno dato nuovi impulsi alle energie. Si riconfermano solidi i pilastri su cui si erge l’intero gruppo: Internazionalizzazione, Specializzazione, Ricerca&Sviluppo e Sostenibilità.
“I risultati riportati in questo bilancio ci rendono orgogliosi perchè rappresentano l’impegno di Mapei nei confronti sia dell’ambiente sia delle società e comunità in cui opera, in tutta Europa – dichiara Veronica Squinzi, amministratore delegato Mapei -. Sostenendo cultura, sport, iniziative sociali e solidali, vogliamo essere cittadini attivi e promotori di crescita e sviluppo in tutti i Paesi dove siamo presenti con le nostre attività. Lo facciamo a modo nostro: con passione e coinvolgimento di tutta l’azienda”.
“Molti progetti virtuosi hanno costellato questo 2021 – dichiara Marco Squinzi, amministratore delegato Mapei -. Dalle prime fasi sperimentali del progetto di mobilità elettrica Arena del Futuro, all’accordo raggiunto con Iren per il riutilizzo dei polimeri termoplastici, provenienti da processi innovativi di riciclo per la realizzazione di pavimentazioni stradali più durature e sostenibili. Significativa anche la decisione di compensare le emissioni residue di CO2 di un altro dei nostri prodotti di punta, Ultracolor Plus che oggi insieme a Keraflex Maxi S1 zerø è a zero impatto sui cambiamenti climatici. Per noi sostenibilità non è solo un dovere ma un modo di essere”.
La sostenibilità per Mapei si manifesta quotidianamente. Si esplica, per esempio, nell’accurata selezione delle materie prime e nella ricerca di soluzioni per ridurne il consumo, per realizzare prodotti a basso impatto ambientale, in particolar modo in termini di emissioni di gas a effetto serra. Un approccio che coinvolge anche l’aspetto del packaging del prodotto realizzato – dove possibile – con plastica riciclata certificata da enti terzi. L’alta qualità e i bassi impatti ambientali che caratterizzano le soluzioni Mapei sono in grado di contribuire alla sostenibilità degli edifici in cui vengono applicati, aumentandone le prestazioni energetiche.
A riconferma del suo impegno per la salute dell’ambiente, Mapei nel 2021 ha ottenuto importanti riconoscimenti: è stata inserita tra le 150 aziende italiane più sostenibili, unica nel settore chimico, nella ricerca Leader della Sostenibilità svolta da di Statista, azienda leader delle ricerche di mercato e specializzata in ranking e analisi di dati aziendali, in collaborazione con il Sole 24 Ore; ha conquistato anche il riconoscimento di Green Star della Sostenibilità nello studio condotto dall’Istituto Tedesco di Qualità e Finanza – ITQF, in collaborazione con l’Istituto per il Management e la Ricerca Economica IMWF di Amburgo e Affari & Finanza de La Repubblica.
Elementi fondanti per Mapei sono anche il rapporto con le comunità e il sostegno allo sport e alla cultura. Nel 2021 Mapei ha supportato con convinzione il mondo dello sport, con il quale condivide gli stessi valori: passione, volontà di eccellere e di valorizzare il proprio talento, amore e dedizione per il lavoro di squadra e desiderio di affrontare con grinta e tenacia ogni giorno nuove sfide. Proprio per questo continua l’investimento del Sassuolo Calcio, di cui il gruppo è proprietario dal 2003.
Una delle iniziative di maggior rilievo del 2021 in ambito Sassuolo Calcio è stato il progetto Generazione S – Per diventare grandi ci vuole passione, attività rivolta a società dilettantistiche maschili e femminili per condividere un progetto di responsabilità sociale attraverso l’organizzazione di specifici eventi e percorsi di formazione. L’interesse per questo progetto ha superato i confini nazionali e si è esteso anche all’estero.
Anche la passione per il ciclismo ha portato a sostenere significative iniziative nel corso dell’anno. L’11 luglio 2021, dopo lo stop forzato dell’anno precedente, è tornata la Re Stelvio Mapei, la storica manifestazione sportiva di cui Mapei è Main Sponsor. Inoltre, il sodalizio con l’Unione Ciclistica Internazionale ha portato l’azienda a essere ancora una volta Main Partner dei Campionati del Mondo su strada, tenutisi nelle Fiandre, in Belgio.
Non solo calcio e bici. Mapei sostiene tutto il mondo dello sport: pallavolo, con il sostegno alla final-four della Coppa Italia Serie A1 di pallavolo femminile; motori, nella sponsorship con la pilota Rachele Somaschini; basket, grazie alla riqualificazione di uno spazio urbano in vista del torneo Red Bull Half Court 2021 con le soluzioni della propria linea di pavimentazioni sportive. E non solo Italia: in tutta Europa il gruppo è sceso in campo dando il proprio sostegno a numerose iniziative, attività e società sportive.
L’attenzione alla cultura in tutte le sue declinazioni è un credo centrale del gruppo, in quanto rappresenta il fondamento e l’identità di una comunità. Mapei ha incontrato negli anni numerose realtà e istituzioni di valore, con le quali nel tempo è nato un lavoro di collaborazione e sostegno, tra queste: il Teatro alla Scala, di cui Mapei è Socio Fondatore dal 2008, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la fondazione Triennale di Milano, i Musei San Domenico di Forlì e la Biblioteca degli Alberi di Milano, un progetto innovativo che offre iniziative culturali da vivere all’aria aperta, in uno spazio verde nel cuore della città di Milano.
Lo scorso anno Mapei è stata anche Partner del padiglione Italia a Expo 2020 Dubai, evento di punta per il mondo delle imprese, fornendo neo-materie create a partire da elementi naturali come sabbia, caffè e polvere di bucce d’arancia e supportando i lavori con uno dei suoi siti produttivi a pochi chilometri dall’Expo.
Il 2021 è stato un anno che ha contato numerosi impegni di Mapei rivolti a iniziative solidali e di beneficenza, a dimostrazione della convinzione che un’azienda può dare il suo contributo allo sviluppo delle comunità sia attraverso sponsorizzazioni, sia fornendo gratuitamente prodotti e tecnologie e mettendo a disposizione tecnici di laboratorio e di cantiere. Tra i progetti più significativi ci sono il contributo dato a Fondazione AIRC attraverso l’attivazione di una borsa di studio triennale dedicata a Giorgio Squinzi e Adriana Spazzoli e il sostegno a Gomitolorosa Onlus e la sua iniziativa di Lanaterapia.
Un atteggiamento condiviso da tutte le società del gruppo a livello europeo: Sopro Polonia ha scelto di dare il suo contributo al progetto “Pacchetto Nobile” per aiutare le famiglie in difficoltà; Mapei France ha sostenuto l’associazione “Courir pour elles” che partecipa alla lotta contro i tumori femminili attraverso la prevenzione; Mapei Yapi (Turchia) ha scelto la campagna “insieme rigenereremo di nuovo la vita e la speranza!” fondata da TEMA per il rimboschimento e la conservazione delle opere naturali in Turchia.
Infine, sempre più marcato e concreto è l’impegno di Mapei per il mondo della ricerca, per la comunità scientifica e le Università, anche attraverso la valorizzazione dei giovani ricercatori.
Il gruppo riconosce la responsabilità di porre a servizio della società gli strumenti di cui dispone, per permetterle di essere sempre più preparata ad affrontare le sfide della sostenibilità. Al fine di condividere idee e know how nel campo della R&S, Mapei collabora attivamente con la comunità scientifica: nel 2021 il gruppo ha erogato a Università e Istituti di Ricerca un totale di 472.631 euro.
La Società Chimica Italiana ha istituito la Medaglia Giorgio Squinzi in memoria dell’imprenditore e del suo impegno nell’industria chimica italiana. Il riconoscimento – da assegnare con cadenza annuale – è destinato a un ricercatore entro i quarantacinque anni che abbia portato contributi di particolare rilievo scientifico nel settore della Chimica Industriale. Il riconoscimento è stato assegnato nel corso della sua prima edizione a Federico Bella, professore associato presso il Politecnico di Torino.

– foto ufficio stampa Mapei –

(ITALPRESS).

Condividi questo articolo