Home / In evidenza  / Il Raggisolaris si aggiudica il derby contro l’Andrea Costa Imola

Il Raggisolaris si aggiudica il derby contro l’Andrea Costa Imola

raggisolaris

I Blacks si aggiudicano un derby della mille emozioni dopo un tempo supplementare, superando al fotofinish un’ottima Andrea Costa Imola. In 45’ succede davvero di tutto: 64 falli fischiati in totale (33 contro Faenza e 31 contro Imola), 7 giocatori usciti per falli e tanti tecnici per proteste sanzionati, ma nonostante tutto i Raggisolaris sono bravi a mantenere la lucidità nei momenti decisivi e a conquistare la quinta vittoria consecutiva che permette di restare al secondo posto insieme a Firenze a due punti dall’imbattuta capolista Rieti.

 

I Blacks approcciano il match nella maniera migliore partendo con un perentorio 7-0 e raggiungendo il 19-9 alla fine del primo quarto. Vantaggio che diventa 43-32 all’intervallo. Decisiva è la fisicità sotto canestro e il gioco corale, ma al rientro dalla pausa Imola reagisce alla grande.

 

La maggiore intensità permette di imbrigliare il gioco dei faentini e di conseguenza anche il canestro arriva con maggiore facilità. I Blacks invece abbassano le percentuali e soprattutto difendono con meno aggressività, incassando ben 29 punti nel quarto. L’Andrea Costa passa così a condurre 56-54 con la tripla di Marangoni per poi allungare sul 61-57. I Blacks però riordinano subito le idee e rispondono con un break che vale il 69-64 grazie alla tripla di Petrucci poi si continua a lottare punto a punto in un accesissimo finale. Ai liberi di Aromando (72-70) risponde Ranuzzi (72-72) e soltanto pochi centesimi di secondo negano a Molinaro la soddisfazione del canestro vincente a fil di sirena. Si va al supplementare.

 

I Raggisolaris iniziano a difendere con grande intensità spadroneggiando a rimbalzo, ma perdono per falli Vico e Petrucci dopo aver visto uscire Poggi e Voltolini, riuscendo comunque dalla lunetta ad arrivare al 44’ sul 79-77. A 35’’ dalla sirena finale Imola perde palla poi commette fallo su Bandini a 22’’. Il play segna il secondo libero (80-77) costringendo l’Andrea Costa a tirare da tre. La difesa imbriglia Montanari che con il suo tiro colpisce soltanto il tabellone. Il PalaCattani esplode di gioia e riserva un lungo applauso ai giocatori dei Blacks