Home / Arte e cultura  / Il noto cantautore Ermal Meta a Fusignano per “ScrittuRa Festival”. Parlerà del suo debutto letterario

Il noto cantautore Ermal Meta a Fusignano per “ScrittuRa Festival”. Parlerà del suo debutto letterario

Foto: Ermal Meta

ScrittuRa festival ospiterà l’8 giugno in famosissimo canatautore Ermal Meta con un incontro in cui parlerà del suo esordio letterario Domani e per sempre (La Nave di Teseo) in dialogo con Matteo Cavezzali. L’incontro, gratuito e senza prenotazione, si terrà al Parco Primieri di Fusignano (in caso di pioggia al teatro Moderno).

Ermal Meta nasce il 20 aprile del 1981 a Fier, in Albania, e all’età di tredici anni si trasferisce in Italia, a Bari, con il resto della famiglia. L’imprinting musicale deriva dalla mamma, che suona musica classica in un’orchestra. A sedici anni Ermal inizia a suonare dal vivo. Nel 2018 vince Il Festival di Sanremo con il pezzo “Non mi avete fatto niente” in coppia con Fabrizio Moro. Nello stesso anno ha rappresentato insieme a Moro l’Italia all’Eurovision Song Contest, svoltosi a Lisbona, classificandosi poi in quinta posizione. Ha pubblicato quattro album solisti, “Domani e per sempre” è il suo primo romanzo, si svolge nell’inverno del 1943: nell’Europa scossa dalla seconda guerra mondiale, quando l’Albania subisce senza piegarsi l’occupazione tedesca. Nel piccolo villaggio di Rragam, nel nord del paese, Kajan guarda il mondo cambiare attraverso gli occhi curiosi di un bambino di sette anni. I suoi genitori sono partigiani e sono sulle montagne a combattere contro i nazisti, così accanto a lui ci sono l’amatissimo nonno Betim e Cornelius, un personaggio dal passato misterioso che segnerà la vita di Kajan. Alla fine della guerra, la vita del protagonista sembra scorrere su binari sicuri e promette di andare verso un futuro radioso, ma nell’Albania dominata dalla dittatura comunista e nell’Europa spaccata in due dalla guerra fredda, niente è come sembra. Dietro ogni angolo si nascondono ombre e pericoli che spingeranno il destino di Kajan a compiere traiettorie imprevedibili. In questo romanzo di formazione, Ermal Meta racconta la storia di Kajan, che cresce nel cuore dei conflitti del Novecento, un’anima sensibile catapultata in mondi lontani.