Home / Italpress Turismo  / Giro d’Italia motore d’attrazione per il turismo

Giro d’Italia motore d’attrazione per il turismo

ROMA (ITALPRESS) – L’Italia turistica con il Ministero del Turismo ed Enit firma la Maglia Rosa della Premiazione del Giro d’Italia. A presentare le iniziative in programma questa mattina al dicastero il ministro del Turismo, Massimo Garavaglia e il presidente di Rcs, Urbano Cairo, che consolidano una sinergia per il quarto anno consecutivo, dopo l’edizione numero zero del 2018 e che partirà dalla Sicilia il 10 maggio e si concluderà in Veneto il 29 dello stesso mese. Un Giro d’Italia all’insegna della tecnologia, dell’ecologia, della mobilità sostenibile che attraverso il Giro E diventerà anche un’esperienza per ciclisti non professionisti, in modo da coinvolgere istituzioni, investitori, esponenti del mondo del turismo, del giornalismo e dell’imprenditoria.
Quest’anno per la partecipazione al Giro d’Italia sono previste azioni di grande valore e visibilità per la Penisola. L’Italia, con un percorso di 3600 km entrerà nelle case di oltre 758 milioni di telespettatori nel mondo e 10 milioni di italiani con più di 24mila ore di trasmissioni. L’Italia firma la maglia Rosa del momento clou della premiazione e tutte le maglie in competizione, presenta 25 guide digitali dedicate alle ciclovie più significative e lancia videoricette web locali per amplificare le tradizioni e le specifiche identità territoriali. Ogni giorno un menù italiano per esaltare le eccellenze culturali ed enogastronomiche con le biodiversità di ogni regione e tante altre iniziative. Di tappe, i ciclisti del Giro-E 2022 ne faranno il doppio e percorreranno invece la metà dei chilometri: 1.000 contro i 2.443 dei loro ‘antenati’ con motori elettrici alimentati dalle batterie celate nel telaio delle bici a pedalata assistita, chiamate e-road. Il Giro-E, a differenza della Corsa Rosa, salterà la partenza da Budapest e scatterà dalla Sicilia, tappa numero quattro del Giro d’Italia. Novità di quest’anno è l’Expo-e, una fiera della micromobilità, della sostenibilità e del rispetto dell’ambiente, che animerà il fine settimana a Catania. Napoli, Torino, Verona.
“Il Giro d’Italia è una grande manifestazione, ma anche un grande modo per promuovere l’Italia nel mondo, è una grande vetrina – ha spiegato il ministro Garavaglia – Finalmente vediamo tornare i turisti, in particolare gli Americani, e ci aspettiamo una stagione alla grande con numeri anche superiori al 19. Dobbiamo avere consapevolezza della potenza e della forza dell’Italia. Siamo il Paese più bello del mondo e quindi dobbiamo essere i primi, invece per ora siamo i quinti. Quindi abbiamo ampi argini di miglioramento”. “Il cicloturismo in Italia vale 5 miliardi di euro in Germania ne vale 20. C’è una potenzialità inespressa nel nostro Paese su questo”, ha aggiunto.
“Il Giro d’Italia sta diventando sempre di più un volano del turismo perché grazie all’accordo fatto con Enit e con il Ministero del Turismo, tramite una serie di declinazioni, c’è la possibilità di far vedere le bellezze italiane e invogliare e motivare le persone a venire in Italia”, ha affermato il presidente di Rcs, Urbano Cairo. “La platea è molto ampia – ha aggiunto – in Italia abbiamo un numero veramente importante di persone che seguono le 21 tappe del Giro d’Italia dal vivo. È una grande manifestazione popolare, ci sono dai 10 ai 12 milioni di persone lungo le strade che vanno a incitare i corridori. Nel mondo arriviamo in 200 Paesi e si stima che il numero complessivo di persone che vengono raggiunte sia intorno agli 800 milioni di persone. Veramente dei numeri impressionanti”.
-foto xc4-
(ITALPRESS).