Home / Arte e cultura  / “Festa di San Michele” a Bagnacavallo: arte, musica, natura e buon cibo. Nuovo percorso sul paesaggio

“Festa di San Michele” a Bagnacavallo: arte, musica, natura e buon cibo. Nuovo percorso sul paesaggio

festa san michele

Ha inizio un nuovo percorso tematico triennale dedicato al paesaggio con l’edizione 2022 della Festa di San Michele, che si terrà a Bagnacavallo dal 29 settembre al 2 ottobre. La programmazione, che spazierà fra i linguaggi delle varie discipline artistiche, è ispirata al verso “Natura è tutto ciò che noi vediamo” della poetessa Emily Dickinson e si intreccerà con le tradizioni, gli spettacoli, le animazioni, i mercati, le proposte enogastronomiche. L’evento è stato presentato questa mattina in Municipio. Accanto alla sindaca e all’assessora alla Cultura sono intervenuti Francesca Benini, capo Area Cultura del Comune, Davide Caroli, direttore del Museo Civico delle Cappuccine e Patrizia Carroli, responsabile della Biblioteca Taroni.

 

La festa si aprirà mercoledì 28 settembre alle 20.30 con il saluto istituzionale in piazza della Libertà, di fronte al Teatro Goldoni, al quale seguirà alle 21 in teatro lo spettacolo di divulgazione scientifica “Agrishow, l’agricoltura che cambia”, proposto da Terremerse per raccontare l’evoluzione del paesaggio delle nostre campagne nel tempo.

 

Attraverso mostre, allestimenti e incontri si potrà andare alla scoperta di luoghi vicini e lontani, delle nostre campagne e dei paesaggi d’Europa e del mondo, della natura così come viene vista dagli artisti e proiettata nelle loro opere. A partire dalle mostre promosse dal Museo Civico delle Cappuccine, che quest’anno saranno tre. All’ex convento di San Francesco sarà allestita la personale dell’artista Enrico Minguzzi, “La piena dell’occhio”, curata da Saverio Verini (apertura venerdì 23 settembre, ore 18), al museo troverà spazio la Biennale d’incisione Giuseppe Maestri con il Premio per giovani incisori e il Premio “Giuseppe Maestri” (apertura e premiazione dei vincitori domenica 18 settembre, ore 11), mentre la Chiesa del Suffragio ospiterà “Illuminazioni” con fotografie di Nicola Baldazzi e scritti di Veronica Lanconelli (apertura sabato 17 settembre, ore 18). Sempre dedicata alla natura sarà “Locus Amoenus”, che indaga il ruolo del paesaggio nella letteratura, tra illustrazione e descrizione, attraverso l’esposizione dei volumi del Fondo Antico, Manoscritti e Rari della biblioteca Taroni, a cura di Elisa Ancarani e Patrizia Carroli (apertura mercoledì 28 settembre, ore 18).

 

L’arte e la natura saranno il filo conduttore dei percorsi in tutto il centro storico, fra mostre fotografiche, di pittura e installazioni nei luoghi principali della festa. L’associazione Bi Art Gallery curerà gli allestimenti presso Sacrario dei Caduti, Torraccia e Vetrine vestite d’arte. Si andrà poi dal Teatro Goldoni con le fotografie del Club Cine Foto Amatori bagnacavallese all’antica galleria con “L’antro della Chimera”, rivisitazione del mito della Sibilla attraverso arte e poesia, da Palazzo Vecchio con l’associazione Arte e Dintorni nella sala principale e l’allestimento a cura dell’Ecomuseo delle Erbe Palustri nel cortile fino all’atrio del Municipio, dove un’installazione dedicata all’ambiente sarà dedicata al Podere Pantaleone a cura di Lestes. Il tema del paesaggio sarà poi approfondito nel corso di incontri e confronti, come quelli promossi dalle associazioni Filmeeting, Romagna Camaldoli e Bottega dello Sguardo.

 

La musica tornerà sul palco centrale, con inizio alle 21.15: si partirà con l’afrobeat della Kola Beat Band il 29 settembre per proseguire il 30 settembre con il concerto-spettacolo di Smoma e il grande concerto degli Extraliscio con il loro “punk da balera” sabato 1 ottobre. A chiudere la festa saranno l’orchestra della scuola di musica Doremi e il coro gospel The Colours of Freedom con “Rejoice”. Sempre per quanto riguarda la musica, torneranno ogni sera gli appuntamenti con i concerti nelle chiese.

 

La ricorrenza del patrono sarà l’occasione per riprendere gli scambi europei con le delegazioni dei paesi amici e gemelli, con tante iniziative dedicate all’incontro interculturale e un focus specifico sul progetto “Radici e nuovi orizzonti” dedicato ai bagnacavallesi nel mondo.

 

San Michele sarà poi la festa dei bambini e delle bambine, con numerosi appuntamenti pensati per loro. Ci saranno due produzioni speciali di Accademia Perduta Romagna Teatri che andranno in scena al Teatro Goldoni (29 settembre e 2 ottobre), mentre al Giardino dei Semplici sarà allestita l’arena bimbi con tanti appuntamenti (29 e 30 settembre, 2 ottobre). La Pro Loco proporrà due eventi: il tradizionale mercatino dei ragazzi del 29 settembre e un gioco dell’oca dedicato a Bagnacavallo l’1 ottobre. Ci saranno poi esibizioni di danza, fitness e ginnastica artistica con le associazioni sportive del territorio.

 

Bagnacavallo fa Centro riproporrà il percorso Interno 5, con una decina di location private aperte per l’occasione fra allestimenti artistici, performance e design, mentre nel chiostro dell’ex convento di San Francesco sarà riproposto il Garage Sale (1 e 2 ottobre). Ci saranno poi le visite guidate al Podere Pantaleone, al Teatro Goldoni e al centro storico.

 

La proposta gastronomica sarà altrettanto ricca di quella culturale. Presso i forni, le pasticcerie e i ristoranti sarà in vendita il celebre Dolce di San Michele dai sapori e dai colori autunnali, otto saranno le osterie allestite per l’occasione, affiancate da molti altri punti enogastronomici disseminati nel centro storico della città. In via Mazzini sarà allestito il Mercato di San Michele, che da sempre accompagna la festa, e in via Ramenghi il mercato dei prodotti tipici del territorio e dell’enogastronomia Di buono e di bello.

 

Accanto ai quattro giorni della Festa, saranno decine gli appuntamenti che da inizio settembre e per tutto ottobre animeranno la città. Per scoprirli è possibile consultare il programma completo della Festa di San Michele 2022 sul sito www.festasanmichele.it.

 

La Festa di San Michele è organizzata dal Comune di Bagnacavallo con la collaborazione di associazioni di volontariato, Parrocchia, operatori culturali e con il supporto di numerose imprese. Gode del patrocinio della Regione Emilia-Romagna e dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Main sponsor sono Società Padana Energia, Terremerse, Hera, Orva, Calzaturificio Emanuela, Deco.

 

La grafica dell’edizione 2022 della Festa, realizzata dall’Agenzia Pagina di Ravenna, propone un acquerello di Enzo Morelli, Paesaggio (Primavera ad Assisi), conservato presso il Museo Civico delle Cappuccine.

 

Per info e novità:

0545 280889 info@festasanmichele.it

Fb e Instagram @festasanmichele

Condividi questo articolo