Home / Sport e Natura  / Due weekend in vigna con “Trat-Tour–Oriolo in vigna”

Due weekend in vigna con “Trat-Tour–Oriolo in vigna”

Grappoli maturi e profumo di mosto: sulle colline di Faenza la vendemmia è già cominciata e, come succede ormai da sei anni, è iniziato il conto alla rovescia per il Trat-Tour–Oriolo in vigna. L’evento enoturistico più atteso della Romagna è in programma nei week-end del 17-18 e 24-25 settembre: la scelta di puntare su due week-end lunghi invece che su quattro sabati o domeniche nasce sia per venire incontro a diversi tipi di pubblico sia per rispondere al meglio agli enoturisti in arrivo dalle altre regioni per trascorrere un fine settimana all’insegna dei sapori autentici della campagna romagnola.

 

 

Confermato l’ampliamento dei percorsi e dei punti ristoro già realizzato lo scorso anno, che tra una degustazione e l’altra permetterà di far conoscere ai partecipanti panorami suggestivi e angoli nascosti della campagna faentina. Nei due week-end spazio dunque alla mobilità lenta e alla scoperta dei vini locali tra incontri con i vignaioli, passeggiate o pedalate lungo strade e sentieri, pranzi, cene o pic-nic a stretto contatto con la natura.

Punto di ritrovo sarà come sempre la Torre di Oriolo con il suo ampio parcheggio: da qui il sabato dalle ore 14 alle 19 e la domenica dalle ore 10 alle 19 si potrà partire a piedi, con la propria bicicletta o su un carro panoramico trainato da un trattore per raggiungere le cantine di Oriolo dei Fichi (Leone Conti, Spinetta, San Biagio Vecchio, La Sabbiona, Paolo Zoli e Ancarani) e degustare il Centesimino, il Famoso, l’Albana, il Sangiovese e gli altri vini tipici locali. All’arrivo sarà consegnata una mappa con i diversi percorsi di diversa lunghezza e facilità, che si snodano su strade asfaltate, strade di campagna o all’interno di vigne cariche di grappoli maturi. Il carro panoramico farà la spola tra le cantine per tutta la durata dell’evento, facendo tappa anche alla Torre di Oriolo per il solo rientro a partire dalle ore 17. Il biglietto giornaliero per il trattore si potrà ritirare alla Torre di Oriolo al costo di 4 euro ed è riservato alle persone dai 14 anni in su. Calice, tasca portacalice e mappa avranno un costo complessivo di 4 euro.

 

 

Alla Torre di Oriolo i partecipanti troveranno un punto ristoro attivo per la cena del sabato e per il pranzo e la cena della domenica, dove si potranno trovare piatti preparati con prodotti tipici del territorio da gustare sul luogo o consumare durante il tragitto. In serata è prevista musica dal vivo. Sono disponibili anche altri punti ristoro presso l’agriturismo La Sabbiona, il Ristorante San Biagio Vecchio, la Trattoria Manueli, la Locanda della Fortuna, Ca’ de Gatti, Ca’ Vincenzona e la Casina Rio del Sol.

In tutte le giornate sarà attivata una navetta gratuita che collegherà la stazione di Faenza alla Torre di Oriolo il sabato dalle ore 13 alle 22.30 e la domenica dalle ore 10 alle 13 (da Faenza a Oriolo) e dalle ore 17 alle 22 (da Oriolo a Faenza).

Non occorre prenotare; per ulteriori informazioni: tel. 333 3814000

Condividi questo articolo