All’Almagià di Ravenna un omaggio a Calvino con “L’atlante delle città”

Per la stagione "Le arti della marionetta", sarà domenica 4 febbraio alle 17. Lo spettacolo, che si guarda seduti sotto una tenda, fa viaggiare i bambini insieme a Marco Polo

Prosegue la stagione teatrale “Le Arti della Marionetta“, con un omaggio ad uno dei narratori italiani più importanti del XX secolo: Italo Calvino. A celebrare il grande paroliere italiano, di cui nel 2025 ricorreranno i 40 anni dalla sua morte, ospite domenica 4 febbraio alle 17 alle Artificerie Almagià di Ravenna (via dell’Almagià 2), l’attore e regista Antonio Panzuto con lo spettacolo “L’atlante delle città“, liberamente ispirato al capolavoro di Calvino “Le Città Invisibili”.



“L’atlante delle città”

Uno spettacolo che si sviluppa attorno ad una macchina scenica che si apre e si trasforma sotto gli occhi dei bambini diventando aereo ad elica, bicicletta, lanterna magica, atlante di città dove si nascondono storie, personaggi, racconti, immagini, disegni: figure di un film che inizia e si svela lentamente. Appaiono così “Le Città Invisibili”, infilate nei cassetti, tra sportelli e nascondigli, città capovolte, immerse nell’acqua, ricamate di carta, ritagliate nel rame, costruite di corda e di spago, appese a fili sottili e trasportate da cigolanti carrucole.

Si assiste allo spettacolo seduti sotto una tenda, una tenda del deserto che rende intensa e suggestiva la partecipazione dei bambini che si trovano a viaggiare assieme a Marco Polo, viaggiatore solitario dei nostri giorni, un po’ assente e stralunato, che parla in rima e che “…ignaro delle lingue del Levante non può esprimersi altrimenti che con gesti, salti di meraviglia, con oggetti, che va estraendo dalle sue bisacce… e palese ed oscuro, tutto quello che mostra ha il potere degli emblemi che una volta visti non si possono più dimenticare né confondere…”.



Uno spettacolo in cui si avrà la sensazione di essere sospesi e leggeri come solo le parole di Calvino riescono a trasmettere. Le sue città invisibili sono dappertutto, nella nostra vita di tutti i giorni: si nascondono tra i fogli sparsi della nostra scrivania, tra le corsie del supermercato, tra le foglie degli alberi; ci seguono ovunque, nelle tasche dei vestiti, nel fazzoletto aggrovigliato nella borsa. Il risultato è un gioco, per sollevarsi dal mondo così normalmente quotidiano e ritrovarsi lontani… sulle rotte dell’Oriente.

Di e con Antonio Panzuto. Lo spettacolo è adatto ai bambini a partire dai 6 anni.

Biglietteria

I posti sono limitati; la prenotazione è obbligatoria.

Sarà possibile acquistare i biglietti dello spettacolo del giorno 4 febbraio direttamente presso le Artificerie Almagià, via dell’Almagià 2, il giorno di spettacolo dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e a partire da un’ora prima l’inizio dello spettacolo.

È possibile prenotare i biglietti chiamando il 392 6664211 (attivo dalle ore 10 alle ore 14) oppure inviando una mail a prenotazione@teatrodeldrago.it.

Tariffe

Intero adulti € 7,00. Ridotto € 5,00 (bambini e over 65). Biglietto Famiglia (2 adulti+ 2 bambini) € 20,00 (terzo figlio € 1,00) Gratuito sotto i 3 anni

Info e prenotazioni: cell. 392664211- prenotazione@teatrodeldrago.it, www.teatrodeldrago.it, FB e Instagram Teatro del Drago/Le Arti della Marionetta

Leggi anche: Ravenna: il Teatro del Drago vola a Tunisi. Sarà ospite alle “Journées des Arts de la Marionnette”

L’ATLANTE DELLE CITTA’
con ANTONIO PANZUTO
Spettacolo prodotto per la 1° BIENNALE INTERNAZIONALE DI TEATRO RAGAZZI E GIOVANI 1992
Scene e oggetti / ANTONIO PANZUTO
Luci / PAOLO RODIGHIERO
Suoni / ALESSANDRO TOGNON
Adottamento in Versi e Regia / VASCO MIRANDOLA
Collaborazione tecnica / GIANUGO FABRIS
Collaborazione alla sceneggiatura / PIERELISA FACCO

Dalla stessa categoria