Home / Arte e cultura  / A Russi l’edizione 2022 della “Fira di Sett Dulur”, le mostre in programma

A Russi l’edizione 2022 della “Fira di Sett Dulur”, le mostre in programma

Tre appuntamenti imperdibili per la Fira 2022 a Russi.

 

Si parte venerdì 9 settembre con una mostra aperta fino a sabato 1 ottobre. “Arrivano a Russi”, le vie del realismo, questo è il titolo dell’esposizione dislocata nelle sedi di piazza Farini 17, presso l’Ex Chiesa in Albis, e al Museo Civico di via Don Minzoni, 1. La presentazione delle esposizioni, sarà venerdì 9 settembre alle 18 presso il Giardino della Rocca “T. Melandri”, alla presenza dei curatori Bruno Bandini e Beatrice Buscaroli.

“Arrivano a Russi” le vie del realismo rappresenta il dialogo con quello che definiamo natura, realtà, non è certo immutabile. Al contrario esso si mostra come filtro in grado di subire mutazioni che a volte possono apparire inversioni, tradimenti. Questo per significare che la “questione del realismo” era e resta quanto mai controversa, soprattutto negli anni che si dispongono tra la fine della Seconda Guerra Mondiale e quelli che la seguono.

Il dialogo tra tre artisti – dalla formazione, dal temperamento, dallo sforzo di indirizzare il “gesto della pittura” in direzioni differenti, ma sempre in qualche misura vincolate dal tentativo di restituire senso e pienezza a una realtà che appare lacerata e che impone scelte, difficili, angosciose per certi versi – quali Nino Bertocchi, Ilario Rossi e Giulio Ruffini, è un tentativo di ricostruire le vie attraverso le quali il realismo in pittura si è espresso; riuscendo a documentare la ricchezza di una ricerca artistica, tra figura e paesaggio, tra le “parole” e le “cose”, che costituisce ancor oggi uno dei tratti centrali del gesto artistico.

Orari:

10/11 settembre 10– 12, 13/16 settembre 20 – 23, 17/19 settembre 10 – 12, 15.30 – 23, dal 20 settembre al 1 ottobre, martedì e venerdì 10 – 12, sabato 17 – 19

 

 

Il secondo appuntamento “Un fiume di immagini: omaggio al Lamone” arriva sabato 10 settembre, alle 17, nei locali di Piazza Farini 34, l’Asscociazione Culturale Artej-Ritagli d’Arte presenterà una mostra collettiva dei soci che parla del Fiume, con un pensiero particolare al Fiume Lamone che scorre sul nostro territorio.

 

La creatività degli Artisti ha portato nelle loro opere immagini del corso del fiume, dalle sorgenti in collina, al corso sinuoso nella nostra pianura, fino all’arrivo verso il mare alla foce in Adriatico. Storie di genti e di mestieri, di lavoro e di tempo libero, sono i temi affrontati dai creativi dell’Associazione. Stimolati dallo staff dell’Ecomuseo delle erbe palustri, di Villanova di Bagnacavallo, dove la mostra é già stata esposta nel mese di Maggio 2022, come sempre i soci Artej hanno saputo dare grandi suggestioni ed una presenza costante nel tessuto culturale del Comune di Russi.

 

Francesca Collina sarà ospite della serata, presentando un video a tema come omaggio al fiume Lamone mentre altri due appuntamenti vi attendono durante i successivi giorni di apertura della mostra: venerdì 16 settembre si esibirà il Maestro Torniante Ennio Ballabene, mentre sabato 17 Stella Gentilini ed Elisabetta Laghi vi intratterranno con il loro Bodypainting.

 

Orari:

11 settembre 10– 12, 13/16 settembre 20 – 23, 17/19 settembre 10 – 12, 15.30 – 19, 20 – 23, 24 settembre 10 – 12 , 15.30 – 19, 25 settembre 10.00 – 12.00

 

 

Mentre domenica 11 settembre, alle ore 18, presso la Biblioteca Comunale di Russi potrete assistere infatti all’apertura della mostra curata da Gianni Zauli: AnimaLudens un’installazione espositiva e interattiva che ‘manda al macello’ parole, immagini e animali fantastici per sorridere e riflettere sulla lingua italiana.

Una rivisitazione della struttura che mette un trait d’union tra passato e presente, tra macello e biblioteca, tra animali e parole.

Ad arricchire e a fare da contrappeso al percorso letterario saranno esposte le tavole originali di Davide Reviati che hanno illustrato il libro Bestiario dell’impiegatto di Gianni Zauli, quelle di Cesare Reggiani del proprio libro Unocadirò e altre zooesie, quelle di Arianna Papini del libro La parola è un animale di Irene Paganucci, quelle di Eva Rasano di Lupo si traveste dalla A alla Z e quelle di Sergio Olivotti che illustrano Lo zoablatore. L’invenzione che cambiò la storia.

Orari:

12/13 settembre 9.00 – 13.00, 14.30 – 18.30 , 14/17 settembre 9.00 – 13.00, 14.30 – 23.00, 18 settembre 10.00 – 12.00, 15.30 – 23.00, 19 settembre 9.00 – 13.00, 14.30 – 23.00

successivamente: visitabile durante l’orario di apertura della biblioteca

 

Da mercoledì 14 a lunedì 19 settembre invece,  presso la sede Municipale di Russi (piazza D. A. Farini 1) saranno visitabili due mostre: la prima è una mostra fotografica/documentaristica pensata per celebrare i 50 anni della nascita dello Sci Club Scarpantibus, nella quale verranno esposte foto, documenti, attrezzature , divise etc.. raccolte in questi anni di attività del Club.

“Ricordi di scuola” è invece il titolo della mostra fotografica promossa dalla Pro Loco, appuntamento sempre molto seguito e frequentato che ha raggiunto la 22° edizione. Fotografie raccolte fra soci e amici, immagini uscite per la prima volta dagli album di famiglia che vanno a ricordare e rappresentare ricorrenze, feste, usanze, aspetti di vita quotidiana e sociale che, facendoci sorridere ci rammentano com’eravamo ieri e come siamo oggi. Una mostra anche per riflettere sulla vita: la propria e quella degli altri.

 

 

Orari:

apertura mercoledì 14 settembre ore 20, 14/16 settembre 20 – 23, 17/19 settembre 10 – 12, 15.30 – 23,

Condividi questo articolo
POST TAGS: