Home / Arte e cultura  / A Bagnacavallo un laboratorio tra voci e paesaggi con la Bottega dello Sguardo

A Bagnacavallo un laboratorio tra voci e paesaggi con la Bottega dello Sguardo

La Bottega dello Sguardo
Un laboratorio dal titolo “Voci e paesaggi. Scoperte e riconoscimenti tra i canti del mondo”, a cura di Ambra D’Amico e Marina Luzzoli, è in programma presso la Bottega dello Sguardo di Bagnacavallo sabato 12 e domenica 13 novembre.
Sabato 12 gli ospiti della Bottega saranno condotti dentro filmati e audioascolti che raccontano di bizzarri intrecci vocali e modalità di canto più direttamente legate al paesaggio in cui si inscrivono. Domenica 13 sarà invece tutta dedicata al canto in Bottega: i partecipanti saranno con le conduttrici per cantare insieme diversi brani popolari italiani, di varia provenienza, che hanno una forte relazione con i propri contesti di territorio.
Questi i titoli proposti dal laboratorio: Pigmei e jodel. Monaci tibetani e pastori sardi. Gran Bretagna verso Cina. E in Italia Nord e Sud, con il Centro a fare da grande incubatore/trasmettitore di codici e stili.
E questi gli orari: sabato 12 novembre ore 20.30; domenica 13: ore 10-13 e ore 14.30-16.30.
«Voci che si fanno spazio – raccontano dalla Bottega dello Sguardo – ampio o angusto, deserto o caotico, contemplativo o sofferente: sempre la voce, nel suo dispiegarsi, descrive uno spazio, e uno spazio è sempre un paesaggio complesso, che si può osservare, capire, interpretare anche attraverso le voci che lo percorrono.»
Per informazioni e costi: