Home / Il buono che c'è  / Uova di Pasqua ai pazienti pediatrici di Ravenna e Faenza

Uova di Pasqua ai pazienti pediatrici di Ravenna e Faenza

Pediatria Ravenna

Foto: Consegna delle uova alla pediatria di Ravenna

Si è riproposta in questi giorni l’iniziativa che unisce Istituto Oncologico Romagnolo e Assicoop Romagna Futura, agente per la Romagna del Gruppo UnipolSai, ai piccoli pazienti del territorio presenti in corsia nei giorni precedenti la Pasqua. La realtà imprenditoriale, da tempo al fianco della no profit nelle sue iniziative volte al sostegno della ricerca contro il cancro e dei servizi di assistenza gratuita ai pazienti in difficoltà, ha voluto donare le uova dello IOR ai degenti delle Pediatrie di Faenza e Ravenna, costretti a vivere le festività in reparto. I dolci sono stati consegnati proprio oggi e durante i giorni scorsi. «Si tratta di un gesto molto significativo – spiega il Direttore Generale IOR, Fabrizio Miserocchi – chiunque abbia vissuto un periodo di ospedalizzazione nell’era della pandemia è consapevole delle difficoltà che si è costretti a vivere, affinché le strutture sanitarie possano continuare a svolgere il loro fondamentale lavoro in sicurezza: tali difficoltà diventano ancora più sentite se a sperimentarle in prima persona è un bambino».

«La Pasqua per i più piccoli è da sempre un momento di gioia e spensieratezza – prosegue – di cui l’apertura dell’uovo di cioccolato e la scoperta della sorpresa al suo interno è probabilmente il momento clou. Abbiamo dunque pensato di riproporre questo momento di normalità ai bambini più in difficoltà, affinché i piccoli pazienti ricoverati non debbano rinunciare a questa esperienza di felicità pur nel rispetto delle normative di sicurezza. Abbiamo trovato in Assicoop Romagna Futura in questo un partner che conferma la sua attenzione e la sua sensibilità. Gli siamo molto grati perché, oltre a far felici i bambini in difficoltà, acquistando le nostre uova magenta hanno contribuito alla causa della ricerca oncologica: tutto il ricavato andrà infatti a sostegno degli studi più innovativi portati avanti presso l’IRST di Meldola, in modo che l’attuale pandemia non rallenti la corsa verso cure sempre più innovative e mirate».

«Sono state mattinate molto bella – spiega Maurizio Benelli, l’Amministratore Delegato di Assicoop Romagna Futura, che ha personalmente consegnato le uova all’Ospedale Pierantoni Morgagni di Forlì – sapere che questa iniziativa farà felici i giovani e giovanissimi degenti delle pediatrie di Faenza e Ravenna, e al contempo donerà nuove speranze ai pazienti oncologici, è qualcosa che ci riempie di orgoglio. Speriamo che sia un gesto di buon auspicio verso un imminente ritorno alla normalità per quei bambini che ora stanno vivendo un momento di difficoltà».

POST TAGS: