Home / Attualità  / Una nuova «scrivania virtuale» per i cittadini e le imprese della Bassa Romagna

Una nuova «scrivania virtuale» per i cittadini e le imprese della Bassa Romagna

Computer

È online da sabato 1 ottobre un nuovo strumento a supporto di cittadini e imprese che usufruiscono dei servizi erogati dall’Area Territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Una vera e propria «scrivania virtuale» dove è possibile non soltanto accedere a una serie di servizi direttamente online, ma anche tenere traccia ordinata di tutte le pratiche presentate e il loro stato di avanzamento.

Il portale è complementare e integrativo rispetto al portale regionale Accesso unitario (Au), in quanto mette a disposizione i servizi attualmente non presenti in Au. Dal portale è già possibile inoltrare una richiesta di certificato ai fini della detrazione per gli interventi di recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti (bonus facciate), fare richiesta di certificato di destinazione urbanistica oppure trasmettere integrazioni relative a procedimenti avviati presso lo Sportello unico per le attività produttive (Suap), lo sportello Edilizia (Sue) o l’ufficio Sismica. A breve verrà attivato anche il servizio di accesso agli atti delle pratiche edilizie.

«Questo nuovo strumento nasce con una finalità ben precisa e decisamenterivoluzionaria perché presto, grazie a un enorme lavoro che i nostri uffici stanno portando avanti da alcuni mesi, da questo portale sarà possibile gestire tutte le richieste di accesso alle pratiche edilizie, in modo rapido, semplice e diretto – dichiara la sindaca referente Paola Pula -. È un progetto multidisciplinare, ambiziosissimo, che richiede la totale digitalizzazione dell’archivio delle pratiche edilizie dei nove Comuni e dell’Unione stessa, ma che farà risparmiare tempo e, di conseguenza, denaro a professionisti, imprese e cittadini, ottimizzando al tempo stesso il lavoro degli uffici».

Dal punto di vista operativo, per razionalizzare e semplificare le modalità di trasmissione, a partire dal 1dicembre 2022 non potranno più essere accettate pratiche trasmesse via Pec per gli interventi attivi sul portale, se non in caso di malfunzionamento del portale o per interventi non presenti nello stesso, né su Accesso unitario.

«Il digitale ci deve semplificare la vita,altrimenti abbiamo mancato l’obiettivo – aggiunge il sindaco Nicola Pasi, referente per l’Unione per l’Innovazione tecnologica -. Garantire a tutti i cittadini e ai lavoratori di perdere meno tempo possibile e accedere a servizi online semplici e chiari è un diritto che noi amministratori dobbiamo garantire attraverso l’attivazione di tutti i mezzi disponibili. La trasformazione digitale non è un processo indolore per la pubblica amministrazione, ma la struttura dell’Unione, grazie anche a progetti innovativi come Bassa Romagna Smart, è in grado di raccogliere le sfide e affrontarle. Presto vi racconteremo meglio cosa significa digitalizzare circa 80 anni di pratiche edilizie cartacee, che saranno poi rese disponibili online con pochi clic».

La scrivania virtuale è accessibile dal portale dei servizi online dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna (https://servizionline.labassaromagna.it), nella sezione «Unico – Suap – Sue». Per accedere ai servizi online della pubblica amministrazione è necessario essere in possesso delle credenziali Spid. Per le pratiche dell’Area Territorio è inoltre consigliato avere una Pec e la firma digitale, necessaria per la sottoscrizione degli elaborati tecnici o per alcune tipologie specifiche di pratiche.

L’implementazione fa parte di «Bassa Romagna Smart», un ampio progetto di semplificazione e digitalizzazione dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, finalizzato a migliorare la qualità dei servizi erogati.

Condividi questo articolo