Home / Musica  / Tutte le novità del festival “Transmissions 2022” a Ravenna a cura di Marta Salogni

Tutte le novità del festival “Transmissions 2022” a Ravenna a cura di Marta Salogni

Marta Salogni

Foto: Marta Salogni

A Ravenna dal 24 al 26 novembre 2022 ritorna Transmissions, il festival di Associazione Culturale Bronson che raduna ogni anno nella città romagnola il meglio della ricerca internazionale in ambito sonoro grazie a un format originale, caratterizzato dalla formula della direzione artistica esterna.

 

Un progetto unico, che giunge quest’anno alla sua quattordicesima edizione proseguendo il suo cammino, ma cambiando pelle ogni anno, rinnovando stimoli e moltiplicando le traiettorie nel suo inesauribile viaggio di esplorazione. Un rinnovamento che quest’anno coinvolge innanzitutto la location del festival: il cuore pulsante di Transmissions si sposterà infatti dal complesso ex-industriale delle Artificerie Almagià, sede storica della manifestazione, agli straordinari spazi dell’appena rinnovato Teatro Rasi – gioiello del centro cittadino, realizzato negli spazi della duecentesca Chiesa di Santa Chiara – che insieme al MAR Museo d’Arte della Città di Ravenna ospiteranno le avanguardie più sorprendenti della scena internazionale.

 

Dopo il tandem Martin Bisi / Radwan Ghazi Moumneh (Jerusalem in My Heart) e la curatela di Francesco Donadello, che nel 2021 ha ripreso felicemente il percorso interrotto dall’arrivo della pandemia, la direzione artistica di Transmissions XIV – Exploring the Sound è affidata a Marta Salogni, una delle producer italiane di maggiore successo internazionale: di base a Londra, vincitrice quest’anno del Music Producer Guild (uno dei massimi riconoscimenti del settore in UK) come Producer of the Year – dopo avere vinto nel 2018 l’MPG come Breakthrough Engineer Of The Year e nel 2020 come Breakthrough Producer Of the Year, Salogni ha lavorato tra gli altri con artisti del calibro di Björk, Bon Iver, Animal Collective, FKA Twigs, Frank Ocean, The xx. La line-up di questa quattordicesima edizione, che includerà la stessa musicista italiana, vedrà protagonisti 10 artisti e band da 5 paesi del mondo per un viaggio unico attraverso i linguaggi sonori del contemporaneo:

 

Valentina Magaletti (IT/UK)Sam Shepherd (A.K.A. Floating Points) (UK)Kali Malone (US)Marta Salogni (IT/UK)Lucrecia Dalt (CO)Silvia Tarozzi (Quintet) (IT)Erland Cooper (UK)Maria Valentina Chirico (IT)Bullyache (UK)Francesco Fonassi (IT)

 

«È un onore — scrive Marta Salogni — avere la possibilità di curare quest’anno la line up del festival, dopo avervi partecipato nel 2021. Ho invitato artiste e artisti di cui ho assoluto rispetto, e che si danno alla propria arte con la massima dedizione: una dedizione che traspare inequivocabilmente sia dai loro dischi sia dalle loro performance, che non vedo l’ora si materializzino sul palco del Teatro Rasi. Sono fonte di ispirazione per me e molti altri, e portavoce di un approccio alla musica che celebra la sperimentazione, la ricerca, la spontaneità, e sfida lo status quo. Esploreremo questi concetti insieme, attraverso l’unicità di ciascuno e come collettività all’interno del cantiere creativo di Transmissions.»

 

L’artwork di Transmissions XIV – Exploring the Sound è opera di 108, all’anagrafe Guido Bisagni, uno dei più importanti esponenti del post-graffitismo in Italia. Attivo tra Milano, Berlino, Londra, New York e Parigi, Bisagni ha prestato per l’occasione al festival una sua opera originale, a ribadire il legame che la manifestazione vuole mantenere dal punto di vista visivo con il mondo della ricerca artistica contemporanea. Il layout grafico è curato dallo studio creativo Supernulla.

 

Transmissions Festival è presentato da Associazione Culturale Bronson con il contributo del Comune di Ravenna – Assessorato Alla Cultura, Ravenna Per Dante e Regione Emilia-Romagna e la collaborazione di Ravenna Teatro e Dice.fm. Gli abbonamenti Early Bird per seguire tutti gli appuntamenti del festival sono in vendita a partire da venerdì 2 settembre al prezzo speciale di 50 euro (+dp) su transmissionsfestival.org

Condividi questo articolo
POST TAGS: