Home / Attualità  / Trasporto pubblico a rischio per il “Jova Beach Party”. Sciopero di 24 ore di UGL Autoferro il 9 luglio.

Trasporto pubblico a rischio per il “Jova Beach Party”. Sciopero di 24 ore di UGL Autoferro il 9 luglio.

Com’era nelle previsioni già da giorni, una ‘tegola’ proprio nella giornata clou del “Jova Beach Party”: lo sciopero del trasporto pubblico. Nella giornata di sabato 9 luglio è previsto, infatti, uno sciopero di 24 ore del sindacato UGL Autoferro, in tutti i bacini di Start Romagna. Lo sciopero, promosso inizialmente da tre sigle sindacali delle sei presenti in azienda, resta confermato da parte di UGL Autoferro mentre, a seguito del confronto con l’azienda, è stato revocato da parte di UIL Trasporti e USB Lavoro Privato.

 

 

Nella giornata di sabato, pertanto, potrebbero esserci alcune ripercussioni sul normale servizio di trasporto pubblico. Le linee saranno garantite nelle seguenti fasce orarie: a Ravenna dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 12 alle 15; a Forlì-Cesena dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 13 alle 16; a Rimini dalle 6 alle 9 e dalle 13 alle 16.

 

 

Start Romagna si scusa sin da ora con l’utenza per i possibili disagi. In ottemperanza alla delibera n°18/138 del 23-04-2018 della Commissione di Garanzia per gli Scioperi, le motivazioni complete dello sciopero sono consultabili nell’apposito avviso pubblicato sul sito web aziendale al link: https://www.startromagna.it/news/sabato-9-luglio-sciopero-aziendale-di-24-ore-su-tutti-i-bacini/.

 

 

La precedente iniziativa di sciopero di UGL dello scorso 3 dicembre, l’adesione era stata del 16,94% nel bacino di Forlì-Cesena, dell’11,11% nel bacino di Ravenna e del 6,67% nel bacino di Rimini.

Condividi questo articolo