Home / Formazione e lavoro  / Tesi di laurea per la valorizzazione della Vena del Gesso

Tesi di laurea per la valorizzazione della Vena del Gesso

Rilievo trincee tedesche Valle del Gesso

Il Comune di Riolo Terme, Assessorato al Parco regionale della Vena del Gesso e politiche giovanili, promuove in convenzione con l’Università di Bologna una tesi di laurea magistrale in storia contemporanea inerente al passaggio del fronte durante la Seconda Guerra Mondiale. In particolare, il tirocinio richiederà al tesista selezionato di approfondire l’assestarsi della Linea Gotica lungo la Vena del Gesso romagnola nell’inverno del 1944 (dicembre 1944 – aprile 1945), quando i granatieri tedeschi della 278° divisione di fanteria fortificarono la cresta rocciosa che va da Monte Mauro a Monte della Pieve.

Tracce di postazioni di tiro, trincee, scarpate fortificate, depositi di munizioni e piccole casematte difensive si presentano ancora oggi in tutto o in parte oggi agli occhi di chi frequenta questi spazi per ammirarne le bellezze naturalistiche, essendo inseriti dentro il Parco regionale della Vena del Gesso romagnola. Il loro censimento – ne sono stati contati circa 200 – è stato recentemente operato con GPS e rilievo dalla Federazione Speleologica Regionale dell’Emilia-Romagna e dal CAI sez. Imola.

L’obiettivo della tesi di laurea è quello di valorizzare la ricognizione già effettuata sul campo, approfondendo fatti bellici del secondo conflitto mondiale dal punto di vista della storia militare, con particolare riferimento alle opere difensive tedesche su questo tratto strategico del fronte. Il Comune di Riolo Terme si impegna a divulgare la ricerca tramite promozione di una pubblicazione dedicata. La candidatura è aperta a tutti gli iscritti ai corsi di laurea magistrale in storia dell’Università di Bologna, e i lavori di ricerca si dovranno tenere fra il 1 maggio e il 1 dicembre 2022.

Maggiori informazioni sono reperibili sul sito internet del Comune di Riolo Terme e dell’Unione della Romagna Faentina, e possono essere richieste al Servizio Affari Generali.