Home / Attualità  / Sondaggio di Federalberghi Ravenna: per hotel e B&B la stagione turistica in corso è migliore di quella del 2021

Sondaggio di Federalberghi Ravenna: per hotel e B&B la stagione turistica in corso è migliore di quella del 2021

Foto: Consuelo Rossini

Federalberghi Ravenna ha effettuato un sondaggio sugli imprenditori del settore ricettivo alberghiero e principali B&B della città per capire come si sta prospettando la stagione turistica in corso.

Uno degli obiettivi dell’indagine era anche quella di capire se la guerra e il conseguente aumento dei costi di materie prime e servizi potessero aver frenato la propensione dei turisti a visitare la città d’arte o i lidi.

Vi era poi ancora da scoprire come il nuovo slancio dato dallo scalo crocieristico di Porto Corsini che, finalmente funziona anche come home port, avesse inciso sotto il profilo dei pernottamenti nelle strutture ricettive e cosa c’è da fare per rendere più accoglienti per i turisti sia la città che i lidi.

Sotto il profilo delle presenze per l’88,2% la stagione turistica sta andando meglio (52.9%) o come lo scorso anno (35,3%) mentre solo per 11,8% la stagione non sta dando i risultati sperati. Per le tendenze di luglio e agosto possiamo dire che a giugno si profila una buona stagionalità per l’88,2% degli imprenditori. Vedono un calo solo il 17,6% ma su questo dato potrebbe poi giocare il last minute che potrebbe colmare il gap che si è evidenziato.

Non si intravvedono appieno le potenzialità dell’home port delle Crociere che comunque beneficiano di più la città e i lidi nord rispetto ai lidi sud.

Il dato complessivo del Comune si è così articolato; per il 52,9% non si sono avute presenze particolari dovute a flussi relativi allo scalo crocieristico mentre nel complesso il 47,1% degli imprenditori ha notato un maggiore movimento di turisti.

Il primo elemento su cui si chiede all’Amministrazione di intervenire sono i collegamenti città mare e città verso i principali aeroporti della regione. Ancora poco sfruttato il collegamento ferroviario da chi sceglie di soggiornare nel Comune di Ravenna.

Allo stesso modo gli operatori vorrebbero fossero organizzati più eventi di rilievo sia in città che nei lidi e in questo caso particolare attenzione alla burocrazia che troppo spesso accompagna questi eventi.

Nei lidi, in particolare, si evidenzia ancora come la cura del verde e l’incuria nell’arredo urbano siano un brutto biglietto da visita, ma questa sensibilità è presente anche per la città dove Federalberghi da anni insiste sul coordinamento degli arredi e sulla riqualificazione delle zone Unesco.

Infine, gli imprenditori auspicano anche una maggiore promozione del Comune di Ravenna perché, nonostante i segnali incoraggianti della stagione turistica, vi sono purtroppo ancora periodi dell’anno in cui le strutture, soprattutto quelle della città, avrebbero bisogno di maggiore supporto promozionale pubblico che affiancasse quello degli imprenditori

Consuelo Rossini vice presidente di Federalberghi Ravenna e albergatrice di Marina di Ravenna commentando i risultati emersi dal sondaggio sottolinea «come il gruppo giovani albergatori Federalberghi e la sua presidente Cristina Zaffi si sia già fatto promotore verso l’Assessore al turismo Giacomo Costantini affinché si realizzi un importante evento che, potrebbe coinvolgere anche altri importanti enti del territorio e far atterrare a Ravenna una importantissima mostra. Ritengo porre un focus d’attenzione sull’indotto che il porto sta generando anche grazie ai lavori di sistemazione ed approfondimento ma ancor più, vista la situazione internazionale, ritengo sia urgente abbandonare ogni tentennamento e ripartire con le estrazioni di gas nell’Alto adriatico che purtroppo stiamo tuttora regalando ai nostri vicini croati che lo estraggono senza alcun problema».