Home / Attualità  / Skatepark di Cervia, lavori di riqualificazione per un investimento da 355 mila euro, di cui 107 mila provenienti dalla Regione Emilia Romagna

Skatepark di Cervia, lavori di riqualificazione per un investimento da 355 mila euro, di cui 107 mila provenienti dalla Regione Emilia Romagna

Lo Skate park di Cervia sarà riqualificato, affinché diventi un luogo di aggregazione e di socializzazione, rigenerando così uno spazio pubblico in condizioni di sicurezza e vivibilità.

Il progetto complessivo di riqualificazione dell’area, denominato In ludere – quando il gioco si fa spazio, sarà comprensivo della ristrutturazione dell’impianto sportivo, di nuove opere quali l’installazione di un sistema di videosorveglianza e il potenziamento dell’illuminazione, inoltre di percorsi educativi rivolti alle scuole, a gruppi e ad associazioni sportive.

In particolare, anche dopo un confronto con le realtà sportive e associative in cui è emersa la necessità di implementare ulteriormente il progetto,  l’Amministrazione comunale ha deciso di  realizzare un impianto sportivo omologato per gare ed eventi di livello nazionale (omologazione FISR – Federazione Italiana Sport Rotellistici), ampliando pertanto la piastra esistente, che deve avere una superficie minima d 800 mq rispetto agli attuali 600 mq circa.

L’area da circa vent’anni è utilizzata per la disciplina sportiva dello skate ed è situata in una posizione strategica tra Cervia e Milano Marittima all’inizio del parco in fondo a via Isonzo, con ottima accessibilità e protetta non essendo accessibile alle auto.

L’importo complessivo per la riqualificazione è di 355 mila euro di cui 107 mila finanziati dalla Regione Emilia-Romagna con la legge n. 24/2003 e gli altri 248 mila dal Comune di Cervia.

L’assessore allo sport Michela Brunelli e alle politiche giovanili Bianca Maria Manzi hanno dichiarato: «L’amministrazione comunale, grazie anche ai finanziamenti della Regione Emilia Romagna, riesce a riqualificare un impianto sportivo e un’area che da tempo necessita di una risistemazione complessiva. Si è giunti a compimento di un percorso sentito da tanti cittadini e dalle forze politiche. Siamo riusciti a recuperare le risorse e a lavorare non tanto per risistemare la vecchia struttura, ma per realizzare un impianto nuovo, all’avanguardia, degno di competizioni a livello federale nazionale. In tal modo offriamo un’ulteriore opportunità ai nostri giovani e potenziamo inoltre la dotazione di impianti sportivi cittadini aventi rilevanza turistica e contribuendo a connotare la nostra località come Città dello Sport».