Regione: Interrogazione di Europa Verde su trivellazioni ed estrazione gas metano a Lugo - Piu Notizie

Regione: Interrogazione di Europa Verde su trivellazioni ed estrazione gas metano a Lugo

Redazione

Regione: Interrogazione di Europa Verde su trivellazioni ed estrazione gas metano a Lugo

mercoledì 06 Ottobre 2021 - 19:06
Regione: Interrogazione di Europa Verde su trivellazioni ed estrazione gas metano a Lugo

NUOVE TRIVELLAZIONI PER ESTRAZIONE DI GAS METANO A LUGO. EUROPA VERDE: SCELTA IN CONTRASTO CON GLI OBIETTIVI EUROPEI E REGIONALI SULLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI E LA FUORIUSCITA DALL’ERA FOSSILE.

“L’estrazione di gas metano aumenta le emissioni di gas serra, contraddicendo le politiche europee per l’abbandono delle fonti fossili e gli obiettivi del Patto Lavoro e Clima dell’Emilia-Romagna” dichiara Silvia Zamboni, capogruppo di Europa Verde e Vice Presidente dell’Assemblea legislativa regionale. “Prendiamo atto con grande preoccupazione dell’orientamento della Giunta regionale che considera il gas metano una risorsa strategica sul medio e addirittura lungo periodo”.

Bologna, 6/10/2021 – Oggi in Commissione Ambiente dell’Assemblea legislativa la capogruppo di Europa Verde Silvia Zamboni ha presentato un’interrogazione con la quale ha chiesto alla giunta chiarimenti sull’autorizzazione ai lavori di perforazione del pozzo “LONGANESI 3 Dir” nel Comune di Lugo e sulle eventuali conseguenze delle trivellazioni in termini di incremento del fenomeno di subsidenza.

Europa Verde ritiene che la suddetta autorizzazione – concessa di recente dal Ministero della Transizione Ecologica per l’apertura di nuovi pozzi nel ravennate per l’estrazione di gas metano – sia in palese contrasto non solo con gli obiettivi di riduzione delle emissioni climalteranti del 55% al 2030 approvati dal Parlamento europeo con la Legge sul clima, ma anche con gli impegni presi dalla Regione Emilia-Romagna attraverso il Patto per il Lavoro e il Clima (2020) e con la Dichiarazione di Emergenza Climatica (2019), in particolare di arrivare al 100% di energia rinnovabile al 2035.

“Nella risposta dell’assessore Vincenzo Colla accolgo con favore la notizia che è previsto un piano di monitoraggio per misurare l’andamento della subsidenza nell’area interessata dall’estrazione di gas metano – ha affermato la consigliera Zamboni nella replica – e che in sede di Valutazione di Impatto Ambientale tale fenomeno sia stato quantificato in una misura massima di 5 centimetri in 12 anni. Esprimo soddisfazione anche per l’impegno a rimettere in discussione la concessione e a rimuovere l’infrastruttura se le aree in questione dovessero essere ritenute dal PiTESAI (Piano per la Transizione Energetica Sostenibile delle Aree Idonee ancora da definire) non idonee per la coltivazione di idrocarburi.

Il problema vero però sta a monte: ed è la possibilità di continuare ad estrarre gas metano in piena emergenza climatica invece di operare per la fuoriuscita dai fossili. Non è vero, poi, che – come ha dichiarato l’assessore Colla – il metano sia un gas meno impattante in termini di effetto serra, poiché ha un potere climalterante molto elevato rispetto alle emissioni di anidride carbonica. La transizione energetica è un processo graduale. Ma trovo allarmante il fatto che la Giunta dell’Emilia-Romagna consideri il metano un gas strategico sul medio e addirittura lungo periodo: significa che la transizione non partirà mai. O ci decidiamo ad operare seriamente per abbandonare le fonti fossili o non rispetteremo gli obiettivi che ci siamo dati e che ci ha dato l’Europa, col rischio di incorrere nelle infrazioni per mancato rispetto della Legge sul Clima.

Proprio ieri, Giorgio Parisi, neo premio Nobel italiano per la Fisica, nelle sue prime dichiarazioni ha richiamato l’urgenza di prendere provvedimenti rapidi ed efficaci contro i cambiamenti climatici. Lo scorso weekend ho partecipato ai Colloqui di Dobbiaco dove ho ascoltato il Professor Georg Kaser dell’Università di Innsbruck ed esperto glaciologo dell’IPCC lanciare l’allarme sulla salute del pianeta: il ghiaccio su cui stiamo camminando è sempre più sottile e rischia di spezzarsi. Bisogna agire in maniera coerente – conclude Zamboni – altrimenti i cambiamenti climatici avranno la meglio su di noi. Estrarre metano non è coerente con questa necessità e questa urgenza”.

Tag:

Piùnotizie.it

Iscr. Registro Stampa del Tribunale di Ravenna al N°1424 del 19/01/2016

Direttore Responsabile: Salvatore Sangermano

Editore: London & Comunicazione

CF. P.iva - 02198490399

Contatti: redazione@piunotizie.it

© E’ vietata la riproduzione, con qualsiasi strumento, anche parziale, di testi foto e video contrassegnati dalla scritta “Riproduzione vietata “ se non autorizzati dall’Editore in forma scritta.

Piunotizie.it è una testata associata a USPI, Unione Stampa Periodica Italiana