Il recupero del concerto di Tricarico al Socjale sarà venerdì 5 gennaio

Apertura porte ore 20.30. inizio concerto ore 21.30. Nell’intervallo saranno serviti i mitici cappelletti del Socjale

Cantautore, polistrumentista, disegnatore ed artista visivo per Francesco Tricarico musica ed arte sono due mondi complementari. Era previsto per venerdì 15 dicembre, il concerto è saltato per indisposizione dell’artista. La data di Tricarico al Socjale sarà recuperata venerdì 5 gennaio.

Tricarico propone un concerto rinnovato carico di sorprese, suggestioni e ironia, e con i successi che hanno scandito i suoi primi vent’anni di carriera ed anche le sue ultime fatiche come il singolo “Mi state tutti immensamente profondamente sul cazzo” e “Faccio di tutto“, che da il nome al tour. Insomma un concerto imperdibile di uno degli autori più evocativi, sofisticati e seminali degli ultimi anni, che ha rappresentato un riferimento fra i nuovi cantautori della scena indie.

Apertura porte ore 20.30. inizio concerto ore 21.30. Nell’intervallo saranno serviti i mitici cappelletti del Socjale.

Francesco Tricarico

Francesco Tricarico nasce a Milano il 1 febbraio 1971. Figlio di un aviatore, suona fin da ragazzo, diplomandosi in flauto traverso al Conservatorio di Milano. Esordisce discograficamente nel 2000 con “Io sono Francesco”, canzone autobiografica che arriva al primo posto della classifica dei singoli più venduti. Dopo diversi altri singoli, pubblica il primo album “Tricarico” nel 2002, andando in seguito in tour (apre i concerti di Jovanotti).
Frescobaldo nel recinto“, secondo album, arriva nel 2004, a cui segue nel 2005 una collaborazione con Leonardo Pieraccioni per il film “Ti amo in tutte le lingue del mondo”. Nel 2007 Tricarico torna sulle scene prima con un suo singolo, “Un’altra possibilità”, poi collaborando al nuovo disco di Adriano Celentano, per cui scrive “La situazione non è buona”. Nel 2008 partecipa al festival di Sanremo con “Vita tranquilla” (che vince il premio della critica) e pubblicando quindi il terzo album “Giglio“. Torna a Sanremo anche nel 2009 con il brano “Il bosco delle fragole“.



Sempre nel 2009 pubblica il suo primo libro “Semplicemente ho dimenticato un elefante nel taschino” ; a fine dicembre 2010 viene annunciata la partecipazione al Festival di Sanremo 2011, dove sarà in gara nella sezione Big con il brano “ 3 colori”. La canzone viene eliminata nel corso della quarta serata. In contemporanea alla partecipazione al festival esce il disco “L’imbarazzo“. A febbraio 2013 esce il brano “L’America”, che anticipa l’arrivo di un nuovo album, “Invulnerabile”. Nel 2016 esce “Da chi non te lo aspetti – Prima parte”, contenente sei brani inediti e due successi del cantautore. Nel 2019 duetta con Francesco De Gregori in “A Milano non ‘è il mare” e nel 2021 fa uscire l’album “Amore dillo senza ridere ma non troppo seriamente”.  Nel 2023 è uscito il singolo “Faccio di Tutto.

Faccio di Tutto Tour

Prodotto in collaborazione con Luca Zannotti di Musiche Metropolitane, vede Tricarico sul palco affiancato dall’inseparabile compagno di viaggio Michele Fazio al piano. Nel corso dello spettacolo non c’è (quasi) nulla di preordinato, se non la certezza di incontrarsi in un territorio condiviso di pensieri limpidi e di belle canzoni (Tricarico ha all’attivo ben undici album, due libri, innumerevoli successi, nonché collaborazioni importanti con grandi artisti per i quali ha composto varie hit nel corso di una carriera prossima ai venticinque anni).

Leggi anche: Stagione teatrale al Socjale di Piangipane. Una riflessione sul rapporto tra teatro e sport

Dalla stessa categoria