Home / Spettacoli  / “Ravenna In Onda”, la festa di Rai Radio 3 Da domani tre giorni di spettacolo e informazione al teatro Alighieri

“Ravenna In Onda”, la festa di Rai Radio 3 Da domani tre giorni di spettacolo e informazione al teatro Alighieri

teatro alighieri

Dal 29 settembre al 2 ottobre sono in programma 3 giorni dedicati allo spettacolo e all’informazione, in onda dal vivo dal Teatro Alighieri di Ravenna. È RavennaInOnda, la festa di Rai Radio 3. L’iniziativa è promossa dalla Rai insieme con il Comune di Ravenna e la Regione Emilia-Romagna, Giunta e Assemblea legislativa in collaborazione con la Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo e l’Ufficio Europe Direct della Regione Emilia-Romagna.

 

Il programma è stato presentato a Bologna durante una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Emma Petitti, presidente dell’Assemblea legislativa, Mauro Felicori, assessore regionale alla Cultura, Andrea Montanari, direttore di Rai Radio 3, Giacomo Costantini e Fabio Sbaraglia, rispettivamente assessore al Turismo e assessore alla Cultura del Comune di Ravenna. Il palinsesto del canale culturale della Rai, con i programmi Tutta la città ne parla, Radio 3 Mondo, Radio 3 Scienza, Expat Storie di italiani nel mondo, sarà trasmesso in diretta dalla suggestiva location del teatro ravennate con le voci di Radio 3 che intervisteranno artisti e giovani talenti dell’Emilia-Romagna protagonisti del mondo dello spettacolo e della cultura. Partecipano all’iniziativa ospiti di rilievo come il premio Oscar Nicola Piovani, Peppe Servillo, il vincitore dei Tony Awards Stefano Massini, gli scrittori Antonio Scurati ed Elena Stancanelli, Gad Lerner, il violoncellista Mario Brunello e la pianista Rita Marcotulli.

 

“Per l’Emilia-Romagna era importante ripartire con gli eventi dal vivo dopo due anni e mezzo di pandemia e così la Regione si sta spendendo su tante iniziative di valore su tutto il territorio -ha affermato la presidente Emma Petitti-. RavennaInOnda è una di queste: un Festival che mette in scena spettacolo e informazione di qualità. Si tratta di una vetrina nazionale anche per i tanti talenti della nostra regione e che da sempre dà spazio ai temi che interessano l’Emilia-Romagna e l’Assemblea legislativa. A partire dall’Europa e dalle sue istituzioni, sempre presenti con i suoi protagonisti sulle frequenze di Rai Radio 3, fino alle storie dei tanti emiliano-romagnoli che hanno lasciato la loro terra. Un tema al quale questa emittente dedica da tempo un format di successo, anche in collaborazione con la Consulta regionale degli emiliano-romagnoli nel mondo”.

 

“La Giunta regionale dell’Emilia-Romagna è orgogliosa di sostenere la Festa di Rai Radio 3, e di parteciparvi -ha dichiarato l’assessore regionale alla Cultura, Mauro Felicori-. Il programma è ricchissimo e tocca i temi più disparati, dimostrando ancora una volta come sia importante garantire un’offerta culturale di qualità attraverso la radio, mezzo che da sempre si caratterizza per la vicinanza a tutti i cittadini. Il fatto, poi -ha concluso l’assessore- che la Festa si svolga nella nostra Ravenna, che è stata anche Capitale della cultura, è motivo di ulteriore soddisfazione”.

 

“Il festival è un caleidoscopio di proposte che confermano l’attenzione del canale culturale della Rai per gli eventi live -ha sottolineato il direttore di Rai Radio 3, Andrea Montanari– con particolare attenzione anche ai giovani talenti. Abbiamo scelto Ravenna per il suo aspetto di crocevia, emblema storico del dialogo, di incontro tra Occidente e Oriente, tra Nord e Sud. Vogliamo concentrarci sull’incontro e la contaminazione per superare i timori delle differenze e delle diversità”.

 

Per gli assessori del Comune di Ravenna Giacomo Costantini e Fabio Sbaraglia “la festa di Rai Radio 3 da un lato sarà una bellissima occasione per partecipare ad eventi con tanti ospiti di rilievo nella suggestiva cornice del teatro Alighieri. Dall’altro si tratta di una nuova prova del legame aperto e inscindibile tra Ravenna e la cultura in tutte le sue forme, legame che trae vigore dalle tante interconnessioni che nel nostro territorio trovano linfa vitale e che rendono la nostra città aperta, vitale e in continua evoluzione”.

 

Si parte il 29 settembre con un’anteprima della festa: il concerto dedicato a Lucio Dalla dal titolo “L’anno che verrà“, al Teatro Alighieri, con Peppe Servillo, voce, Javier Girotto, sax soprano e sax baritono, Natalio Mangalavite, pianoforte tastiere e voce. Sabato 1° ottobre alle 11, nel programma di Radio 3 Scienza si parlerà di biomateriali, cyborg e supercomputer, con il professore Francesco Ubertini, dell’Università di Bologna, mentre domenica 2 ottobre alle 10, in “Expat. Storie di italiani all’estero“, i protagonisti del progetto Stay in Valley racconteranno, attraverso testimonianze e audio, la comunità dell’Alta Val Nure di Piacenza insieme con la Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo.

 

E poi concerti classici, lirici, jazz, pop, eventi teatrali, presentazioni di libri, itinerari d’arte, informazione, scienza.

Gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti. Per gli spettacoli delle 21 si consiglia la prenotazione su www.bit.ly/ravennabiglietti e biglietteria Teatro 0544-249244.

Condividi questo articolo