Home / Attualità  / Ravenna, domenica piovosa con mare grosso e innalzamento dei corsi d’acqua

Ravenna, domenica piovosa con mare grosso e innalzamento dei corsi d’acqua

Fine settimana all’insegna della pioggia. Come anticipato, il maltempo è già arrivato in queste ore ed è destinato a perdurare. L’Agenzia regionale di protezione civile e Arpae Emilia Romagna hanno diramato l’allerta meteo numero 75 a Ravenna per criticità idraulica, idrogeologica e costiera dalla mezzanotte di oggi, sabato 19 novembre, alla mezzanotte di domani, domenica 20 novembre

 

In particolare e sono previste precipitazioni diffuse, localmente intense e a carattere di rovescio, più probabili sul settore orientale, che potranno generare innalzamenti dei livelli idrometrici nei corsi d’acqua con possibili superamenti della soglia 1. Si prevedono condizioni del mare sotto costa che possono generare localizzati fenomeni di ingressione marina ed erosione del litorale, associati ad un temporaneo aumento del moto ondoso fino a molto mosso e a venti forti (50-61 km/h) da nord-est, in particolare tra la notte e le prime ore del mattino di domenica, con possibili temporanei rinforzi o raffiche di intensità superiore lungo la costa.

L’allerta completa può essere consultata sul portale Allerta meteo Emilia-Romagna (https://allertameteo.regione.emilia-romagna.it/)  e anche attraverso twitter (@AllertaMeteoRER); sul portale sono presenti anche molti altri materiali di approfondimento, tra i quali le indicazioni su cosa fare prima, durante e dopo le allerte meteo, nella sezione “Informati e preparati” (http://bit.ly/allerte-meteo-cosa-fare).

 

Si raccomanda di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua ed evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi (se si allaga la golena il capanno deve essere evacuato); prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge.