Home / Economia e imprese  / Ravenna avrà il polo della nautica da diporto

Ravenna avrà il polo della nautica da diporto

Barche a vela ormeggiate a Marina di Ravenna

Foto: Liviana Banzi – Regione Emilia-Romagna A.I.U.S.G.

Prende concretezza il polo ravennate della nautica da diporto, un progetto di cui si discute da anni, ma che, fino ad oggi, non era mai uscito dal limbo delle belle intenzioni.

Per questo è stata costituita una società ad hoc, la Polo Nautico di Ravenna srl, cui la Sapir ha messo a disposizione il diritto di superficie per l’utilizzo degli spazi dove verrà realizzato il nuovo polo.

La società si insedierà quindi in un’area di 28mila mq in zona Trattaroli e non si limiterà alla sua gestione, ma sarà attiva nella produzione di natanti da diporto operando in sinergia con prestigiosi brand nazionali e internazionali specializzati nella progettazione e costruzione

Secondo indiscrezioni raccolte da Piu Notizie tra gli altri dovrebbe esserci anche la francese Dufour Yachts che vi avvierebbe una produzione di catamarani.

« Si sta realizzando un sogno che io e altri imprenditori coltiviamo da anni”, ha detto Paolo Francia, uomo di barche e da tempo attivo nella produzione di prototipi per l’industria nautica, che della nuova società è l’amministratore delegato. “Come imprenditore e come ravennate sono veramente felice di avere oggi compiuto questo primo fondamentale passo di un intenso percorso che ci impegnerà nei prossimi anni. Percorso che con il supporto di tutti, istituzioni e industriali, porterà un rilevante beneficio al territorio inspiegabilmente non ancora dotato di strutture all’avanguardia dedicate alla costruzione di imbarcazioni da diporto. Questo progetto, che mi piace definire NKZ (Nautica a Km Zero), se gestito in modo armonico e, ripeto, adeguatamente sostenuto dal pubblico, porterà nel medio termine posti di lavoro e prestigio alla città di Ravenna ed all’Emilia Romagna dove sono da sempre presenti brand di importanza internazionale che non hanno oggi la possibilità di costruire sull’acqua in modo efficace, riducendo al minimo l’impatto ambientale grazie alla limitazione di trasporti e apporti energetici.»

Piena soddisfazione è stata espressa anche da Daniele Rossi. Secondo il Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale Adriatico Centro Settentrionale, infatti « gli spazi di cui il porto di Ravenna dispone rappresentano una grande opportunità per gli imprenditori che vogliano insediare qui le proprie attività. La vicinanza all’acqua ed i collegamenti con strade e ferrovie, rendono le aree del porto di Ravenna strategiche dal punto di vista logistico. Collegamenti agili e servizi efficienti, infatti, completano il quadro di uno scalo competitivo che, con una attenzione costante alla tutela dell’ambiente e ad uno sviluppo sostenibile, si candida a diventare un hub logistico centrale nella geografia degli scambi commerciali nel Mediterraneo. Auspichiamo che altre realtà operanti nel settore della cantieristica navale si aggiungano al tessuto imprenditoriale locale, consolidando la tradizione del distretto della nautica nel porto di Ravenna».