Home / Il bene che c'è  / Per il “Memorial Paolini” a Conselice sono stati raccolti 2500 euro donati a Aido Bassa Romagna

Per il “Memorial Paolini” a Conselice sono stati raccolti 2500 euro donati a Aido Bassa Romagna

Foto: gli amici di Daniele Paolini organizzatori del Memorial

Nel ricordo di Daniele Paolini, il Circolo Tennis di Conselice ha ospitato nei giorni scorsi un torneo di beach tennis, a favore di Aido Bassa Romagna. Dodici coppie di amatori hanno partecipato alla seconda edizione del Memorial Paolini, riproposto dopo due anni di stop forzato dovuto all’emergenza sanitaria, organizzato dagli amici di Daniele, «per ricordare un caro amico, una persona molto attiva nel volontario – le parole di Claudia Montanari, presidente di Aido Bassa Romagna e compagna di Daniele – e molto altruista e generosa, socio dell’Ail, sempre con pensieri positivi», che una malattia inesorabile nel suo corso ha portato via all’affetto di tanti il 9 febbraio 2019. Aveva 42 anni.

Ad aggiudicarsi il torneo è stata la coppia formata da Marco Tassinari e Matteo Pasquini che in finale ha sconfitto il duo composto da Cristian Fabretti e Roberto Presicce. Tutte classificate a pari merito le coppie dal terzo al decimo posto. Agli atleti in gara è stata donata una t-shirt a ricordo dell’iniziativa. Nelle serate del torneo è stato possibile proporre una sorta di ‘terzo tempo’ a base di piadina, salsiccia, patatine e birra, preparate dagli amici di Daniele, mentre ad accompagnare le premiazioni, tenute da Ninny Valentini e Giulia Gasparri, il duo vincitore del campionato mondiale negli ultimi due anni, è stato il gruppo locale dei Beetales.

Il ricavato del torneo, oltre 2500 euro, è stato devoluto alla sezione Aido Bassa Romagna e «sarà utilizzato per premiare studenti meritevoli con borse di studio – specifica la presidentessa – e per ampliare il nostro progetto di promozione e sensibilizzazione della cultura della donazione attraverso il teatro con il progetto in collaborazione con l’associazione Entelechia “La farfalla senza ali” tratto dal libro a lui dedicato».

Condividi questo articolo