Home / Udire  / “Notte europea dei musei”, il 14 maggio a Ravenna: da non perdere i virtual tour al Museo Nazionale a cura del FrameLAB

“Notte europea dei musei”, il 14 maggio a Ravenna: da non perdere i virtual tour al Museo Nazionale a cura del FrameLAB

virtual tour

Molti gli eventi in programma per la Notte europea dei musei 2022, che ricorre sabato 14 maggio, organizzati dal Museo Nazionale nei siti ravennati gestiti dalla Direzione Musei Emilia-Romagna.

Si inizia già venerdì 13 alle 17.30, nella sala del Refettorio del Museo Nazionale, con gli allievi del Conservatorio Verdi impegnati nel concerto La musica ispanica per chitarra, che si misurano con un repertorio coinvolgente che va da Paganini a Bellinati.

Sabato 14 alle 17.45, nel corso dell’apertura prolungata del pomeriggio, è in programma una specialissima visita guidata alle nuove sale dei dipinti condotta dalla direttrice del museo, Emanuela Fiori, che mostrerà al pubblico le opere più significative della raccolta insieme ai prestiti a lungo termine provenienti della Pinacoteca di Brera e da quella di Bologna.

Alle 20, tocca nuovamente agli allievi del Conservatorio Verdi scaldare l’atmosfera della serata, con musiche per pianoforte e violoncello. Alle 21 FrameLAB – Multimedia & Digital Storytelling, il laboratorio di ricerca del Dipartimento di Beni Culturali, e il Museo Nazionale presentano l’anteprima del progetto di Virtual Museum: Museo Nazionale / Virtual Museum, Anteprima di un racconto digitale.

«La collaborazione è iniziata fra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 – afferma il professor Simone Zambruno, tecnico del FrameLAB – come accordo per lo svolgimento di tirocini fra il nostro Dipartimento e il museo per la scansione dei reperti, con finalità di monitoraggio e conservazione, ma anche per offrire agli utenti uno strumento nuovo per oggetti di difficile lettura, ossia per rendere più leggibili i dettagli e fornire ulteriori informazioni. La collaborazione si è poi evoluta in qualcosa di più che non vediamo l’ora di mostrare al pubblico».

Federica Collina, referente del progetto, spiega che le parti del museo attualmente inserite nel virtual tour sono il primo chiostro, con il lapidarium e le epigrafi di epoca romana, e le adiacenti sale: la sala delle Erme, con la scansione 3D di alcune statue, busti scultorei, tra cui spicca il busto di Epicuro e le 5 erme, copie romane di originali greci andate perdute, e la sale di porta aurea con all’interno i resti dell’antica porta romana della città di Ravenna. Per poi proseguire con il secondo Chiostro e il resto del lapidarium fino a giungere all’età moderna e, infine, l’atrio del refettorio.

«Il virtual tour – spiega Collina – è stato realizzato grazie alla collaborazione dei tirocinanti dei corsi dei Beni Culturali dell’Università di Bologna, Campus di Ravenna che si sono occupati, insieme a noi referenti, di effettuare delle scansioni 3D dei reperti conservati nel museo, con scanner a luce strutturata, e successivamente, dell’acquisizione delle panoramiche del museo per lo sviluppo del tour virtuale con l’inserimento dei modelli 3D dei reperti scansionati e di schede di approfondimento sui contenuti e sulla storia del museo».

«La speranza – aggiunge il professor Zambruno – è di portare avanti, nel prossimo futuro, le scansioni 3D e il virtual tour nella altre sale del museo. Stiamo già lavorando per proporre contenuti nuovi e interattivi per le nuove sale».

I responsabili scientifici e i giovani ricercatori del FrameLAB, con i tirocinanti Unibo del corso di laurea in Beni archeologici, artistici e del paesaggio del Campus di Ravenna, non vedono l’ora di proporre ai visitatori questa nuova e intrigante modalità di racconto del più grande e vario museo della Romagna.

Anche il Battistero degli Ariani e il Mausoleo di Teodorico saranno eccezionalmente aperti sabato 14 per la Notte dei Musei dalle 20 alle 22.30 (ultimo accesso). Da segnalare che al Mausoleo di Teodorico, alle 20.30, sarà inaugurato il nuovo impianto di illuminazione interna che, anche grazie all’integrazione con quella esterna, permetterà di percepire i volumi dell’imponente architettura in maniera migliore e con grande suggestione. A seguire è prevista una visita guidata a cura dei Servizi educativi e un buffet preparato dalla Coop. San Vitale. Anche Faenza festeggia la “Notte dei Musei” con l’apertura straordinaria serale di Palazzo Milzetti – Museo Nazionale dell’età neoclassica in Romagna dalle 18.30 alle 21.30 (ultimo ingresso 20.45). Alle 20 è prevista una visita guidata a cura dei Servizi Educativi del museo dal titolo “Oltre la notte…la forza del mito e della storia”.

Tutti gli eventi serali di sabato sono gratuiti e avvengono nel rispetto delle correnti norme anticontagio. Accesso ai siti con biglietto simbolico di 1 euro. Il Museo Nazionale di Ravenna sarà aperto con il seguente orario: sabato 14 maggio, dalle 8.30 alle 14 e dalle 17 alle 23; domenica 15 maggio dalle 8.30 alle 19.30.