Home / Musica  / Noa festeggia i 30 anni di carriera con Gil Dor e la nuova band al Teatro Masini di Faenza, il 6 maggio

Noa festeggia i 30 anni di carriera con Gil Dor e la nuova band al Teatro Masini di Faenza, il 6 maggio

Noa_GilDor_ph_RONEN AKERMAN

Foto: Noa e GilDor – Ronen Akerman

La decima stagione concertistica di ERF&TeatroMasiniMusica si chiude – venerdì 6 maggio (ore 21.00) – con la celebre cantante internazionale Noa, che sul palco del Teatro Masini insieme al suo storico chitarrista Gil Dor e con Ruslan Sirota al pianoforte e Omri Abramov al basso elettrico e sax, festeggerà i suoi primi trent’anni di carriera.

Per l’occasione la cantante israeliana di origini yemenite presenterà un viaggio a ritroso nel tempo: dagli ultimi lavori, Afterallogy e Letters to Bach, fino a Noapolis e ai primi dischi, Noa ripercorrerà le tappe fondamentali della sua carriera internazionale, iniziata proprio in Italia nel 1992. Lungo questo cammino si potranno ascoltare anche le canzoni che hanno segnato una svolta nel percorso artistico di Noa, come l’incontro nel 1999 con Piovani e Benigni, dal quale scaturì Beautiful That Way, o l’esperienza nel 2005 con le canzoni della tradizione colta napoletana.

La cantante nel 2022 celebra così con un tour il suo rapporto strettissimo con l’Italia, la sua seconda casa, come ama dire. Nel concerto di Faenza, il secondo del suo tour primaverile, presenterà con una nuova band questi trent’anni di carriera. È, infatti, il primo tour di Noa con il pianoforte e con un artista d’eccezione, l’ucraino Ruslan Sirota, passaporto israeliano ma residente a Los Angeles, ha vinto un Grammy Award nel 2012 come miglior gruppo. È stato il pianista di Stanley Clarke ed ha avuto collaborazioni illustri tra cui quella con il grande Chick Corea. E l’altro debutto è quello di Omri Abramov, sassofonista di stanza a Berlino ma di origine polacca, suona anche l’EWI (Electronic Wind Instrument), ed è il fondatore del gruppo Sinistaglia, una band dove israeliani ed iraniani suonano insieme dal 2018.

Proprio in virtù di questa nuova band, i brani tradizionali e conosciuti dell’artista yemenita saranno riproposti con nuovi arrangiamenti, messi a punto dal grande Gil Dor, eterno collaboratore e produttore musicale di Noa.

Nota per il suo impegno a favore della pace e dell’unione tra i popoli, Achinoam Nini, che in ebraico significa sorella di pace, meglio conosciuta come Noa, nasce in Israele da una famiglia di ebrei yemeniti e cresce negli Stati Uniti. Artista dalla voce ammaliante e senza tempo, ha una sensibilità che risente profondamente dell’ambiente in cui è vissuta ed affonda le radici nella musica occidentale e in quella mediorientale, nella tradizione classica e in quella popolare. Considerata uno dei talenti più originali nel panorama contemporaneo ed espressione del dialogo tra mondi diversi, ha duettato con artisti di fama internazionale quali Sting, Carlos Santana, Al Dimeola, Bustan Avraham, ed è stata la prima ebrea ad esibirsi in Vaticano 20 anni fa, rinnovando queste esibizioni in diverse occasioni e per tre Papi. Fortemente convinta del valore della  musica come strumento di riavvicinamento fra popoli in conflitto, Noa si è esibita spesso con cantanti e musicisti arabi, come il palestinese Nabil Salameh, leader dei Radiodervish, a cui è legata da profonda amicizia, l’algerino Khaled, con cui ha registrato una versione in ebraico ed arabo del classico di John Lennon Imagine, ma soprattutto con l’artista israeliana/palestinese Mira Awad, con la quale ha rappresentato Israele nell’Eurovision 2009, cantando davanti un pubblico di diversi milioni in arabo, inglese ed ebraico. Tra i suoi numerosi riconoscimenti c’è il Crystal Award del World Economic Forum e la nomina a Comandante dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana consegnatale dal Presidente Sergio Mattarella. Insieme a Gil Dor, con cui collabora da oltre 30 anni, ha pubblicato più di 15 album che hanno riscosso grande successo con una vendita di milioni di copie in tutto il mondo.

Anche Gil Dor è nato in Israele dove ha studiato chitarra classica con Menashe Bakish, uno dei principali virtuosi israeliani della chitarra. Ha poi proseguito gli studi negli Stati Unit presso il Berklee College di Boston e al Queens College di New York. Rientrato in Israele nel 1981, si è affermato come chitarrista, arrangiatore e compositore esibendosi dal vivo con un repertorio jazz e rock, registrando con i più importanti artisti israeliani e insegnando improvvisazione e chitarra alla Jerusalem Academy of Music. Nel 1985 Gil ha co-fondato la Rimon School of Jazz and Contemporary Music a Ramat Hasharon, dove poco dopo ha incontrato la talentuosa studentessa Achinoam Nini con la quale ha avviato una felice collaborazione artistica che tutt’ora continua.

Continua anche quest’anno a coronamento della stagione ERF&TeatroMasiniMusica, il progetto Musica a 1 euro, a cui Emilia Romagna Festival tiene molto e che tanta partecipazione ha avuto nelle passate stagioni. Rimarrà immutata per tutti i ragazzi delle scuole faentine fino ai 19 anni la possibilità di accedere a tutti gli spettacoli con biglietti a 1 euro.

In merito agli incontri-concerto dedicati alle scuole, saranno valutate le modalità di realizzazione in base alle disposizioni vigenti riguardanti le organizzazioni previste dalle disposizioni ministeriali in merito alla ripresa della scuola. È però ferma intenzione continuare a portare avanti progetto Musica a 1€, che tante soddisfazioni ha dato negli scorsi anni, anche se con tempi e modalità diverse che si potranno valutare solo più avanti.

Informazioni biglietti e abbonamenti sul sito.

Condividi questo articolo