È morto Giancarlo Caranti, 75enne di Conselice. Ritrovato in un cantiere dell’Ospedale di Argenta

È successo nella mattina del 12 dicembre, quando l'uomo è stato ritrovato dagli operai del cantiere, che si trova vicino all'entrata del pronto soccorso. Avrebbe avuto un arresto cardiaco

È morto Giancarlo Caranti, 75 anni di Conselice, all’interno del cantiere allestito all’ospedale Mazzolani Vandini di Argenta. È successo nella mattina del 12 dicembre, praticamente all’ingresso del Pronto soccorso. L’Ausl ha fatto sapere che l’anziano sarebbe deceduto a causa di un arresto cardiaco.

Da una prima ricostruzione l’uomo avrebbe parcheggiato in uno degli stalli per disabili, davanti all’ingresso principale. Poi, a piedi si sarebbe diretto verso la rampa d’accesso al Pronto soccorso, invece di entrare dall’ingresso principale così come indicato. Arrivato alla scala, il suo cuore non ha retto e si è fermato.

A trovarlo sono stati gli operai che conducono i lavori, ma ogni tentativo di rianimazione è stato inutile. Il cantiere non è stato messo sotto sequestro, ma gli inquirenti stanno lavorando per cercare di chiarire diversi aspetti ed arrivare così ad individuare eventuali responsabilità.

Sul posto sono arrivati i carabinieri di Argenta che hanno poi interessato anche la Polizia locale.

Leggi anche: Porto di Ravenna: morto un camionista per un malore nel parcheggio dell’azienda