Home / Attualità  / Massimo Isola presenta il “sistema culturale manfredo” alla Casa degli Artisti di Milano

Massimo Isola presenta il “sistema culturale manfredo” alla Casa degli Artisti di Milano

milano

Il sindaco di Faenza, Massimo Isola, venerdì 2 presenterà a Milano, alla Casa degli Artisti, il ‘sistema culturale manfredo’ intervenendo, nell’ambito dell’Art-Ino FAAA, il Festival annuale delle arti applicate, alla Tavola rotonda ‘Le Arti applicate illustrate. Modelli e contrasti teorici, espositivi, formativi, produttivi, commerciali e comunicativi’ con la relazione ‘Faenza, città della ceramica e delle arti’.

 

In questo contesto verrà illustrato il lungo e paziente lavoro fatto in oltre dieci anni di gestione dell’assessorato alla Cultura del Comune di Faenza e alla presidenza di importanti istituzioni culturali quali l’AiCC, l’associazione città ceramiche, dell’Ente Ceramica Faenza, della rotta culturale del Consiglio Europeo, la Strada internazionale della ceramica, cosa che ha portato a promuovere e trasformare la provincia in uno dei poli più vivaci, in ambito nazionale e internazionale, non solo legato al mondo della ceramico, coinvolgendo la città in appuntamenti, mostre e iniziative così da permettere a Faenza di essere conosciuta universalmente nel mondo dell’arte. Un lavoro fatto di relazioni intessute e in costante sinergia con moltissimi soggetti che ha permesso, nel tempo, di creare una rete delle realtà culturali del territorio.

  • unika

“Una bellissima opportunità per Faenza – spiega Massimo Isola – in uno dei luoghi più innovativi del dinamico scenario culturale milanese divenuto punto di riferimento nazionale nel quale si confrontano saperi radicati nei territori ma di respiro internazionale. In quella sede avremo l’opportunità di raccontare dello storico e contemporaneo sistema culturale faentino, considerato una eccellenza, motivo per il quale siamo stati invitati a questa Tavola rotonda. Sarà altresì l’occasione di portare l’esperienza di un sistema culturale, quello faentino, che non solo funziona ma si è arricchito e trasformato nel tempo il quale, anziché fermarsi per prendersi cura della preziosa eredità storica, è riuscito a tenere insieme la valorizzazione della memoria con la costruzione della contemporaneità”.

  • unika

Massimo Isola dialogherà con Paola Navone, architetto e designer, Cristina Morozzi, filosofa, scrittrice, critica, art director, giornalista, Alba Cappellieri ordinario al Politecnico di Milano, Tullio Mazzotti, della storica Fabbrica ceramiche Giuseppe Mazzotti 1903, la giornalista esperta settore artigianato Irene De Bartolomeis, e Serena Confalonieri, designer e art director.