Lugo "Rossini Open": l'Histoire du Soldat di Stravinsky col musicattore LUIGI MAIO, domenica 5 settembre ore 21 Chiostro Collegiata - Piu Notizie

Lugo “Rossini Open”: l’Histoire du Soldat di Stravinsky col musicattore LUIGI MAIO, domenica 5 settembre ore 21 Chiostro Collegiata

Redazione

Lugo “Rossini Open”: l’Histoire du Soldat di Stravinsky col musicattore LUIGI MAIO, domenica 5 settembre ore 21 Chiostro Collegiata

sabato 04 Settembre 2021 - 11:14
Lugo “Rossini Open”: l’Histoire du Soldat di Stravinsky col musicattore LUIGI MAIO, domenica 5 settembre ore 21 Chiostro Collegiata

LUIGI MAIO “MUSICATTORE” PER IL SOLDATO DI STRAVINSKY

Laureato “miglior interprete del capolavoro” dalla Fondazione Stravinsky, il “musicattore” Luigi Maio approda al Rossini Open nel cinquantenario della morte del compositore dopo numerosi trionfi in tutto il mondo con la sua rilettura dell’Histoire du Soldat, la favola faustiana in cui un soldato vende il suo violino al diavolo. Suona il Trio Stravinsky.

LUGO (RA), 4 settembre 2021 – Giunge al termine la seconda settimana di ROSSINI OPEN, nuovo festival di fine estate organizzato dal Teatro Rossini di Lugo, con ben 19 eventi fino al 12 settembre che coinvolgono più di cento artisti in città nelle varie location dislocate all’aperto. DOMANI domenica 5 settembre di nuovo “doppia porzione” con due appuntamenti in giornata: alle 11 nella Rocca Estense il “Concerto Aperitivo” degli allievi della Scuola di Musica Malerbi in un intenso “tutto Schumann”: la giovanissima pianista Sofia Donato suona il Carnevale di Vienna op. 26, Francesco Ruani i Kreisleriana op. 16, Riccardo Martinelli il Carnaval op. 9.

La sera alle 21 nel Chiostro della Collegiata ecco l’arrivo a Lugo di uno spettacolo importante in occasione del 50esimo anniversario della morte di Igor Stravinsky: la celebre “Histoire du soldat” di Igor Stravinsky, opera da camera in due atti per voce recitante e trio con pianoforte su testo di Charles Ferdinand Ramuz, eseguita dal Trio Stravinsky (Filippo Bogdanovic, violino, Lorenzo Tedone, clarinetto, Federico Manca, pianoforte) con la regia, le scene e i costumi del “musicattore” Luigi Maio. L’intramontabile vicenda faustiana dell’uomo che vende l’anima al diavolo nella variante di un soldato che vende il suo violino in cambio di un libro con cui potrà realizzare qualsiasi desiderio, è un capolavoro assoluto che Igor Stravinsky scrisse nel 1918 allorché era sfollato in Svizzera, con il preciso intento di poterlo portare in tournée nelle piazze e nei borghi del paese con un piccolo organico, sul testo di Charles Ferdinand Ramuz. Realizzatane alcuni anni fa una riuscita versione integrale per trio di violino, clarinetto e pianoforte con l’approvazione degli eredi Stravinsky, il “Musicattore”® Luigi Maio approda ora al Rossini Open con il suo applaudito cavallo di battaglia che è valso al poliedrico artista genovese il Premio dei Critici di Teatro, il riconoscimento del CISI (Centro Internazionale di Studi Italiani dell’Università di Genova) e le lodi di Mme Marie Stravinsky, bisnipote del grande compositore russo e Presidente della Fondation Igor Stravinsky, di cui ora Maio è Rappresentante in Italia quale “migliore interprete del capolavoro stravinskiano”. Grazie alle straordinarie doti trasformistiche, Maio si fa letteralmente in quattro per interpretare il Soldato, il Diavolo, il Narratore e la Principessa, esplicitando il tema del Doppio alla “Jekyll & Hyde” attraverso un vero e proprio one man show, mutando voce, mimica e costumi nell’idea originaria – e mai realizzata – di Stravinsky e Ramuz. Luigi Maio dialoga in scena con le note del trio strumentale, coinvolgendo nell’azione teatrale i giovani musicisti e intrecciando note e parole in un magico fuoco di fila. Dalla Scala di Milano al Petruzzelli di Bari, dal Carlo Felice di Genova all’Argentina di Roma, da Oporto a Londra, dal Festival di Ravello al Martha Argerich Festival di Amburgo, in tournée scaligera a Cipro, protagonista delle celebrazioni del Centenario dell’Histoire a Ginevra (dove ha recitato il testo nell’originale francese sotto l’egida della Fondation IS),  Luigi Maio riduce ai minimi termini l’assetto drammaturgico «cucendo su di sé lo spazio scenico», così da creare un vero e proprio teatro anti assembramento. Questo nel rispetto tanto della filologia che delle attuali normative sanitarie (tenendo conto che il “Soldat” nacque in piena epidemia di Spagnola). L’’Histoire du Soldat” è dunque uno spettacolo emblematico, semplice e profondo, un capolavoro senza tempo che l’estro poliedrico di Luigi Maio rende accessibile a tutte le età. “La sua recitazione ha veramente del diabolico e, contemporaneamente, dell’umano – è stato scritto dell’interpretazione di Luigi Maio -. Assume una valenza quasi metafisica di critica radicale alla società capitalistica, un j’accuse che ricorda, con molta ironia però, il famoso “io so” pasoliniano”.

Il costo dei biglietti è di 10 euro (posto unico) e 5 ridotti, tranne per i concerti alla Rocca sforzesca che sono a ingresso libero.

Vendita dei biglietti online sul sito www.vivaticket.com, presso la biglietteria del Teatro Rossini, via Emaldi 47, dal martedì al sabato dalle 10 alle 12, e la sera dello spettacolo ai rispettivi desk dei luoghi di spettacolo.

INFO: 0545 38542, info@teatrorossini.it, www.teatrorossini.it

Tag:

Piùnotizie.it

Iscr. Registro Stampa del Tribunale di Ravenna al N°1424 del 19/01/2016

Direttore Responsabile: Salvatore Sangermano

Editore: London & Comunicazione

CF. P.iva - 02198490399

Contatti: redazione@piunotizie.it

© E’ vietata la riproduzione, con qualsiasi strumento, anche parziale, di testi foto e video contrassegnati dalla scritta “Riproduzione vietata “ se non autorizzati dall’Editore in forma scritta.

Piunotizie.it è una testata associata a USPI, Unione Stampa Periodica Italiana