Home / Attualità  / Lavori nelle scuole per 900 mila euro. Pronta la nuova scuola dell’infanzia di San Michele

Lavori nelle scuole per 900 mila euro. Pronta la nuova scuola dell’infanzia di San Michele

Foto: scuola dell’infanzia di San Michele

Scuole chiuse per gli studenti, ma aperte per tecnici e operai che in questi mesi dovranno realizzare lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in diversi edifici scolastici del territorio. Il valore complessivo degli interventi previsti per il 2022 ammonta a 894.630 euro.

«Il patrimonio di edilizia scolastica del Comune di Ravenna – commenta l’assessora ai Lavori pubblici Federica Del Conte – è molto consistente e per l’Amministrazione comunale rappresenta da sempre una priorità mantenerlo in condizioni tali da offrire agli studenti, agli insegnanti e a tutto il personale le massime sicurezza ed efficienza. Anche quest’anno prosegue quindi il piano di efficientamento energetico e di manutenzione in alcune scuole del territorio, così da garantire ai nostri studenti qualità, avanguardia e sicurezza delle strutture. E parallelamente si lavora alla realizzazione e alla progettazione di nuove scuole, anche grazie ai fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, che proprio recentemente hanno premiato la progettualità relativa alla nuova scuola di Ponte Nuovo».

Nella scuola secondaria Don Minzoni sono previsti lavori di manutenzione per miglioramento energetico e la sostituzione del manto di copertura della palestra Mattioli, per 232mila euro. Investimento analogo (234mila euro) nella scuola dell’infanzia “Mani fiorite”, dove verranno effettuati lavori per la realizzazione dell’isolamento delle pareti esterne mediante cappotto e la sostituzione degli infissi. Lavori di efficientamento energetico anche nella scuola dell’infanzia Gaudenzi, dove verranno sostituiti gli infissi (149.990 euro). Al nido d’infanzia Orsa Minore invece, i lavori interesseranno un servizio igienico (48.300 euro); nell’ala sud della scuola secondaria Montanari verranno rifatti i servizi igienici attualmente non in uso (85 mila euro); nella scuola primaria Garibaldi verrà effettuato un intervento di rifacimento completo, sia edile che impiantistico, di due blocchi bagni e sistemazioni esterne (99.570 euro); infine un intervento di manutenzione della copertura della scuola interesserà la primaria Camerani e la secondaria di primo grado Ricci Muratori (45.770 euro). Inoltre si provvederà anche a lavori di sistemazione dell’area esterna della scuola Ettore Burioli a Savio.

Oltre agli interventi di manutenzione, in questi mesi proseguono anche alcuni cantieri. A San Michele, dove si sta realizzando la nuova sede della scuola dell’infanzia “Zaccagnini”, i lavori sono verso la fase finale. La scuola, che prevede due sezioni, con la possibilità di ospitare anche una sezione primavera, sarà inaugurata per il prossimo anno scolastico (2022/23). A breve invece inizieranno i lavori per la realizzazione del parcheggio: attualmente i posti disponibili sono 11 che verranno portati a 22. Successivamente verrà realizzata anche una pista ciclabile di collegamento tra via Pietro da Rimini e Via Melozzo da Forlì.

Proseguono i lavori anche a Mezzano, dove verrà ampliato il polo dell’infanzia 0-6 “Le Margherite – I Folletti”, che verrà inaugurato nell’anno scolastico 2023-24. I lavori prevedono la realizzazione di due nuove aule per la scuola dell’infanzia, che consentirebbe la creazione di una scuola dell’infanzia a 3 sezioni (inglobando una sezione esistente) in grado di accogliere 75 bambini e un nido a 3 sezioni in grado di accogliere 50 bambini. L’ampliamento sarà realizzato nella zona nord-est dell’edificio esistente, così da consentire l’utilizzo comune degli spazi di servizio e della cucina. Infine sono stati affidati i lavori per la costruzione del nuovo polo dell’infanzia 0-6 a Lido Adriano la cui consegna è prevista per l’anno scolastico 2024/25. La parte del nido sarà composta da due sezioni (con bagni e sala sonno), un salone per le attività comuni, un ufficio per gli insegnanti, servizi per il personale Ata e un deposito. La parte della scuola dell’infanzia invece prevede due sezioni, con relativi bagni, un salone per le attività comuni, un atelier, i servizi per il personale Ata, un ufficio per gli inseganti e il deposito. Saranno in comune la cucina e la relativa dispensa, i servizi per il personale della cucina, la lavanderia e i locali tecnici. Tra gli elementi fondamentali di questo nuovo polo è la possibilità di ampliamento della struttura: potranno essere aggiunte altre due sezioni di nido e tre sezioni di materna.

Condividi questo articolo
POST TAGS: