Lavori al pronto soccorso di Ravenna. Dal 12 febbraio accesso interdetto alla camera calda

Gli utenti potranno accedere dal retro, attraverso la rampa del vecchio pronto soccorso.

Per consentire alcuni lavori di ampliamento, riqualificazione e ammodernamento dell’area del Pronto Soccorso di Ravenna, a partire dal prossimo 12 febbraio, l’accesso all’attuale camera calda verrà interdetto. Gli utenti potranno accedere dal retro, attraverso la rampa del vecchio pronto soccorso. Dall’attuale rampa d’ingresso bisognerà proseguire verso destra per circa 200 metri, seguendo la segnaletica fino alla vecchia rampa. Da lì l’ingresso dell’area dell’Emergenza Urgenza si potrà raggiungere dal retro. A supporto degli utenti sarà presente personale preposto a fornire indicazioni per l’accesso.

Il triage non sarà soggetto a trasferimento e rimarrà collocato nell’attuale area dedicata, con un percorso d’accesso opportunamente segnalato.

Le modifiche agli ingressi dei reparti

Entrando da Via Missiroli (ingresso “vecchio” dell’ospedale) o dall’ingresso di Viale Randi (dove ci sono portineria e bar) sarà possibile raggiungere i reparti di: Ematologia, Oncologia, Radioterapia, Lungodegenza, Medicina Interna 1 e 2, Angiologia, Endocrinologia, Reumatologia, Otorinolaringoiatria, Oculistica, Dermatologia, Terapia Antalgica, Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, Dietetica Clinica, Disturbi Nutrizione e Alimentazione, Malattie Infettive, Nefrologia e Dialisi, Neurologia, Pediatria e PS Pediatrico, Ostetricia, Sale Parto, PS Ostetrico- Ginecologico, ambulatori e DH Ginecologia, Pneumologia e Broncoscopia, Ambulatori Cardiologia, Fisiatria, Odontoiatria, DH Multidisciplinare, Trasfusionale, Medicina Legale e Commissione Patenti, Servizio di Prericovero, URP, Piattaforma Amministrativa Ospedaliera.

Gli utenti esterni e i visitatori alle aree di degenza presenti nel DEA (unità operative di Cardiologia e UTIC, Ortopedia e Traumatologia, Medicina d’Urgenza, Terapia Intensiva, Blocco Operatorio Multidisciplinare) dovranno accedere esclusivamente dall’area ascensori del DEA.

Lo stesso ingresso (e percorso tramite gli ascensori del DEA) è stato individuato per gli utenti esterni e visitatori che accedono alle aree di degenza della Palazzina Chirurgica (Chirurgia Generale 1, Chirurgia Generale 2, Chirurgia Toracica, Chirurgia Vascolare, Senologia, Urologia,Ginecologia e Radiologia).

Nuove disposizioni per i parcheggi

Anche la disponibilità dei parcheggi subirà modifiche: in particolare, presso l’ingresso di via Missiroli saranno garantiti esclusivamente quelli già esistenti per utenti con limiti nella deambulazione, opportunamente segnalati, e per i pazienti dializzati e oncologici. Ci sarà una sola zona per carico e scarico nell’area antistante la Distribuzione Diretta della Farmacia Ospedaliera, con sosta di massimo 30 minuti.



È totalmente vietato il posteggio delle auto lungo il percorso interno all’area ospedaliera che da Viale Randi giunge alla rampa da cui unicamente si potrà accedere al Pronto Soccorso e, ovviamente, l’area antistante l’ingresso, riservata esclusivamente ai mezzi di soccorso. Le auto in sosta saranno rimosse, ad eccezione dei mezzi privati con cui i cittadini e gli accompagnatori giungono in Pronto Soccorso per il tempo utile all’accettazione di triage, dopodiché anche in quel caso dovranno essere posteggiate presso l’adiacente parcheggio pubblico di Viale Randi.

Dalla stessa categoria