Home / Salute e benessere  / La BCC dona ausili altamente tecnologici all’AUSL Romagna

La BCC dona ausili altamente tecnologici all’AUSL Romagna

Dottoressa Cinzia Lotta gli esponenti della banca Bcc Giuseppe Benini Lorenzo Gardenghi e Piero Roncuzzi

Foto: Dott.ssa Cinzia Lotta e gli esponenti della banca Bcc Giuseppe Benini, Lorenzo Gardenghi, e Piero  Roncuzzi.

Un nuovo importante gesto di solidarietà  nei confronti dell’AUSL della Romagna , in questo particolare periodo per la sanità pubblica  e per l’intera comunità, arriva ai P.O.  di Ravenna e Lugo , con donazione di ausili altamente tecnologici, all’unità operativa  di medicina riabilitativa diretta dalla Dott. Cinzia Lotta .

Grazie al contributo della Bcc  è stato possibile dotare il reparto di riabilitazione intensiva di  otto carrozzine  pieghevoli , leggere con schienale tensionabile , ma soprattutto dotate di una struttura modificabile e regolabile  in funzione delle esigenze del paziente affetto da disabilità.

Sono stati inoltre donati tre elettrostimolatori , che saranno collocati nelle tre sedi di Ravenna, Faenza e Lugo, indispensabili nel trattamento  riabilitativo dopo somministrazione  di tossina botulinica  nella spasticità, in pazienti in esito di ictus.

«Queste attrezzature – afferma la dott.ssa Lotta – ci consentono di trattare  un numero maggiore  di pazienti afferenti all’ambulatorio di secondo livello della spasticità e gli ausili donati al reparto contribuiscono a migliorare  la qualità dell’assistenza e a favorire  la ripresa funzionale dei pazienti ricoverati».

«Tale contributo – ha sottolineato il presidente del comitato locale di Ravenna Dr Giuseppe Benini – testimonia l’impegno del nostro Istituto ad  essere una banca di prossimità. È opportuno stringere sempre più forte i nodi della rete di collaborazione fra tutti i soggetti pubblici e privati che operano nel nostro territorio. Dobbiamo assumere e condividere insieme l’impegno alla tutela della comunità in un’ottica di sostenibilità sociale, in un momento in cui emerge sempre più evidente la necessita di un rafforzamento della medicina territoriale».

­Anche la direzione dell’AUSL ROMAGNA, tramite la Dott. Francesca  Bravi, ha espresso un ringraziamento alla banca  per la generosa donazione, che conferma la sensibilità  ed il sostegno alle attività sanitarie del comprensorio.