Compie vent’anni “Il Re di Girgenti”, dormitorio che offre rifugio a persone in cerca di aiuto

Nella mattina di giovedì 9 novembre, Open Day al dormitorio con il Sindaco De Pascale, nel pomeriggio nella Sala Buzzi inaugurazione della mostra fotografica con l'assessore Gianandrea Baroncini

Nella mattinata di giovedì 9 novembre, si sono festeggiati i 20 anni dell’apertura del dormitorio Il Re di Girgenti. La giornata celebrativa si articola in due momenti.

Al mattino, dalle 10 alle 12.30, c’è stato l’open day della struttura, in via Mangagnina 61. Era presente il sindaco Michele de Pascale per un saluto e l’assessore Gianandrea Baroncini.

Nel pomeriggio, dalle 16.30, nella sala Buzzi, in via Berlinguer 11, con la partecipazione dell’assessore alle Politiche sociali Gianandrea Baroncini, si svolgerà la cerimonia ufficiale con l’inaugurazione della mostra fotografica sui venti anni di attività, i ringraziamenti e la consegna di attestati.

L’evento è organizzato dal Comitato cittadino Antidroga O.D.V., con il patrocinio del Comune e la collaborazione di Progetto Ecologia di Comunità.

Il dormitorio Il Re di Girgenti

Il dormitorio Il Re di Girgenti, in via Mangagnina, nel borgo San Rocco, è stato fondato nel 2003 da Carla Soprani e dal marito Gianremo Bassini; la sua apertura risale all’8 febbraio di quell’anno alla presenza del volontario Francesco Morra. Il primo ospite della struttura fu un macedone; la sera successiva arrivarono anche due italiani; poi bussarono dei senegalesi. Da allora, anno dopo anno, quella casa è diventata un punto di riferimento importante per migliaia di persone in cerca di aiuto.



Dalla stessa categoria