“Il Natale al museo Caba” a Villa Verlicchi a Lavezzola

Sabato 16 dicembre alle 17 a Villa Verlicchi a Lavezzola si inaugura. In esposizione libri dove il bianco, il rosso e il verde risaltano maggiormente, ma anche libri con decorazioni d'oro o d'argento accostati a opere in mosaico

Sabato 16 dicembre alle 17 a Villa Verlicchi a Lavezzola si inaugura la mostra “Il Natale al museo Caba“, a cura di Lamberto Caravita.

La mostra propone una scelta di opere a tema di artisti del territorio che in passato hanno donato un loro lavoro all’archivio. A ogni artista è stata data la possibilità di esporre anche una o più opere che lo caratterizzano, inerenti ai simboli del Natale e al dono.



In esposizione una scelta di libri dove il bianco, il rosso e il verde risaltano maggiormente, ma anche libri con decorazioni d’oro o d’argento accostati a opere in mosaico, ceramica, cartapesta, rappresentanti presepi, alberi natalizi e altri soggetti realizzati riciclando vecchi libri, trasformati in piccole sculture.

«Ogni cosa a Natale ha un significato, anche i colori, che diventano un simbolo – spiega il curatore Lamberto Caravita -. Il rosso è il colore della vitalità e della regalità, è il più importante tra i colori del Natale simboleggia il sangue di Cristo. Il verde è il colore del Natale che rappresenta la vita e la speranza; verdi sono alcuni dei simboli del Natale, come il sempreverde abete».

«Tra i colori del Natale, l’oro è quello che rappresenta luce, ricchezza, sovranità. È forse il colore del Natale più tradizionale e insieme all’argento è considerato il colore della regalità e della preziosità, che rappresentano la celebrazione della nascita di Cristo. Il bianco evoca la purezza e la spiritualità. In tutte le religioni il bianco è il simbolo della divinità, anche il cristianesimo associa la luce alla realtà spirituale, oltre a rappresentare la neve e il ghiaccio dell’inverno».

Tutti questi colori ritornano nelle opere degli artisti in mostra: Daniela Caravita, Lamberto Caravita, Barbara Cotignoli, Ombretta Donati, Federica Felloni, Marco Gagliardi, Filippo Giberto, Alessandro Giovannini, Mauro Malafronte, Laura Medici, Vittorio Presepi, Laura Rambelli, Rossella Renzi, Rossella Ricci, Alessandro e Claudio Righi, Davide Sapigna, Marco Teodorani, Isabella Zanotti.

L’esposizione è visitabile il martedì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 16 alle 18.30. Ingresso libero.

Leggi anche: Romana Tamburini “imprenditore dell’anno”. Da sfoglina a presidente di Surgital

Dalla stessa categoria