Home / Attualità  / I Lions sostengono il Campus di Ravenna, importante patrimonio per la città

I Lions sostengono il Campus di Ravenna, importante patrimonio per la città

lions

Si è svolto ieri pomeriggio, al Circolo Ravennate e dei Forestieri, l’incontro promosso dal Lions Bisanzio con alcuni dei principali esponenti dell’insediamento universitario ravennate; a salutare il numeroso pubblico Beppe Rossi, presidente del Circolo, che ha ricordato come lo storico sodalizio di via Corrado Ricci abbia messo a disposizione la propria struttura come sede d’incontro e di servizio per docenti e studenti.

 

 

“Fondazione Flaminia e Lions Bisanzio compiano assieme 30 anni di lavoro e di impegno – ha ricordato Giannantonio Mingozzi, presidente del Lions Ravenna Bisanzio – dai primi 100 studenti di Scienze Ambientali, oggi siamo a 4200 iscritti, con la percentuale più alta di immatricolazioni, 21 sedi di studio, ricerca e servizi, ed una spesa media annuale per consumi di studenti, impiegati e docenti di 12 milioni di euro in città”.

 

 

Mingozzi ha ricordato poi le imprese ravennati che sostengono la Fondazione universitaria, le straordinarie sedi messe a disposizione dal Comune e dalla Cassa di Ravenna, “una città universitaria che ospita studenti da tutto il mondo, ben voluta dai cittadini, patrimonio di ricerca e di occasioni di lavoro, e per questo i Lions contribuiranno sempre ai nuovi servizi necessari ed alle esigenze di studenti e docenti affinché l’inserimento nel mondo lavorativo sia efficace e continuativo”.

 

 

La presidente di Flaminia Mirella Falconi ha sollecitato il massimo impegno dei ravennati per nuovi posti letto capaci di ospitare la crescita degli universitari “che rasenta il 20% in più anno per anno, in attesa che sia disponibile il nuovo Studentato di fronte alla stazione; voglio aggiungere, in merito ai nuovi corsi di Medicina che ho l’onore di coordinare, che sono giunti al terzo anno con  molti iscritti che presto le strutture sanitarie della città potranno utilizzare come medici capaci e ben inseriti in ospedale, grazie all’impegno di Comune, Fondazione Cassa, Ausl, Governo ed Ateneo”.

 

 

Elena Fabbri, delegata dal Rettore all’orientamento, ha annunciato l’avvio a Ravenna del nuovo Corso di Laurea internazionale “Water and Coastal Management”, che nasce sulla precedente esperienza dell’Erasmus Mundus e della Laurea Magistrale “Analisi e gestione dell’ambiente“.

 

 

Desireè Fondaroli, docente di diritto, ha ringraziato Ravenna per il coraggio di aver voluto a tutti i costi la Facoltà di Legge, una scelta che si dimostra centrale nello sviluppo di Diritto penale d’impresa e di Diritto navale, come dimostra la presenza oggi di Greta Tellarini, ed il successo del Master in Diritto Penale e dell’economia intitolato all’indimenticabile Filippo Sgubbi, giunto alla Nona Edizione e conosciuto in tutta Italia tra i più innovativi.

Condividi questo articolo