Home / Spettacoli  / Grande successo per lo spettacolo di Linea Rosa e Shadre Dance Family contro la violenza sulle donne

Grande successo per lo spettacolo di Linea Rosa e Shadre Dance Family contro la violenza sulle donne

Foto si Pavel Cicognani

In occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza sulle donne, il Centro Antiviolenza Linea Rosa ODV e la compagnia di danza Shadre Dance Family hanno organizzato un emozionante spettacolo dal titolo “Dietro l’ombra – vivere ancora senza me”, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche e Cultura di Genere del Comune di Ravenna.

 

La performance, realizzata nell’ambito della Rassegna “Una società per relazioni – Strade alternative alla violenza”, è andata in scena in doppia replica nella giornata del 23 novembre, in un Teatro Alighieri gremito di giovani studenti e studentesse al mattino e di tantissimi cittadini e cittadine alla sera.

 

Partendo dalla storia di Ilenia Fabbri, nostra concittadina e vittima di femminicidio, la rappresentazione ha ripercorso, attraverso la danza, le vicende di una giovane coppia alle prese con il primo amore . Un amore che si tramuterà presto in un rapporto tossico e di violenza, un racconto immerso in un contesto sociale non solidale con la vittima che, piano piano, diventa l’ombra di se stessa.

  • unika

Emma Bonanzi, Serena Aurilia e Michela Venturi, direttrici artistiche dello spettacolo e fondatrici della compagnia Shadre Dance Family raccontano: “Il processo di creazione, durato un anno, è stato un percorso di crescita, sia artistica che personale per tutti i ragazzi e le ragazzze della compagnia. Shadre è stata una seconda famiglia in tutti questi mesi, ognuno di noi ha raccontato parti di sé nascoste, a volte anche difficili da affrontare, ma insieme abbiamo creato un luogo sicuro e con la danza abbiamo dato voce alla nostra essenza. Con questi meravigliosi e giovanissimi ragazzi abbiamo realizzato il nostro più grande sogno: portare in scena uno spettacolo nostro e, a grande sorpresa, riempire l’Alighieri. Ma il risultato più grande è stato quello di poter parlare tramite il nostro corpo, la nostra danza, di violenza sulle donne, per sensibilizzare e far riflettere lo spettatore, in particolare i giovani. Abbiamo voluto dare voce a chi ha paura di avere voce. In particolare, mercoledì, abbiamo deciso che avremmo reso giustizia a Ilenia Fabbri, raccontando la sua storia che è quella di tante altre donne come lei.”

 

A conclusione dello spettacolo, Alessandra Bagnara, presidente di Linea Rosa ha dichiarato emozionata: “Emma, Serena e Michela hanno deciso di parlare di violenza contro le donne mettendo in campo il loro straordinario talento. Come Linea Rosa non le ringrazieremo mai abbastanza per l’impegno, la dedizione e la sensibilità con la quale hanno affrontato questo tema così delicato. Un modo vincente per parlarne alle nuove generazioni, perché a volte le parole non bastano e dobbiamo cercare nuovi linguaggi”.