Fratelli d'Italia: Transizione ecologica vuol dire salvaguardare occupazione e le imprese del settore Oil&Gas fiore all'occhiello della città - Piu Notizie

Fratelli d’Italia: Transizione ecologica vuol dire salvaguardare occupazione e le imprese del settore Oil&Gas fiore all’occhiello della città

Redazione

Fratelli d’Italia: Transizione ecologica vuol dire salvaguardare occupazione e le imprese del settore Oil&Gas fiore all’occhiello della città

mercoledì 12 Maggio 2021 - 19:07
Fratelli d’Italia: Transizione ecologica vuol dire salvaguardare occupazione  e le imprese del settore Oil&Gas fiore all’occhiello della città

Da alcuni mesi si discute di un progetto che l’Eni vorrebbe realizzare a Ravenna di cattura e stoccaggio nel sottosuolo dell’anidride carbonica derivata dalla produzione dell’idrogeno blu. In altre parole si produrrebbe l’idrogeno utilizzando il metano, da qui il termine idrogeno blu, estratto dalle piattaforme e l’anidride carbonica derivata dal processo verrebbe catturata ed immessa nel sottosuolo utilizzando i giacimenti esauriti. Fratelli d’Italia da sempre ha fra le sue priorità la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e finalmente il dibattito sulla transizione ecologica sta ponendo l’accento sulla necessità di rivedere i nostri processi produttivi. Tuttavia la transizione ecologica necessita di tempo, non sarebbe pensabile passare da una economia basata prevalentemente sui combustibili fossili ad una che utilizzasse solo fonti rinnovabili. Sarebbe senza dubbio quello che vorremmo tutti, ma non è possibile se consideriamo che attualmente l’energia prodotta da fonti rinnovabili non arriva al 40% del totale. L’idrogeno, poi, di cui tutti parlano e che potrebbe essere il combustibile del futuro, in natura non esiste allo stato elementare, ma va ricavato. Tutti noi vorremmo produrlo con fonti rinnovabili, da qui il termine idrogeno verde, ma è intuitivo che la produzione dell’idrogeno verde su larga scala potrà avvenire solo nel momento in cui ci sarà una eccedenza di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e non certo quando è sufficiente a coprire solo il 40%. Da qui la necessità di una transizione che sia la meno impattante possibile, garantisca la salvaguardia ambientale, ma anche quella occupazionale.

A Ravenna vi è un settore che per decenni ha rappresentato un vero e proprio fiore all’occhiello ed ha garantito alla nostra città fra diretti ed indotto, occupazione per circa 10.000 persone, mi sto riferendo all’ oil and gas. Da qualche anno a questa parte, da quando è iniziata l’incertezza sulla possibilità di sfruttare i giacimenti in essere tale settore ha iniziato un periodo di crisi con tutte le conseguenze del caso sull’occupazione. Adesso, sfruttando la transizione ecologica, potrebbe, trasformandosi, tornare ad essere trainante e diventare una eccellenza non solo nazionale. Per questo motivo essere contrari aprioristicamente ed ideologicamente, rischia di fare perdere alla nostra città una importante occasione. Ogni transizione non può procedere a scatti, ma va accompagnata, mi auguro che in questo caso la ragionevolezza prevalga.

Alberto Ferrero

Portavoce Prov. Fratelli d’Italia

Tag:

Piùnotizie.it

Iscr. Registro Stampa del Tribunale di Ravenna al N°1424 del 19/01/2016

Direttore Responsabile: Salvatore Sangermano

Editore: London & Comunicazione

CF. P.iva - 02198490399

Contatti: redazione@piunotizie.it

© E’ vietata la riproduzione, con qualsiasi strumento, anche parziale, di testi foto e video contrassegnati dalla scritta “Riproduzione vietata “ se non autorizzati dall’Editore in forma scritta.

Piunotizie.it è una testata associata a USPI, Unione Stampa Periodica Italiana