Fratelli d'Italia: No alla chiusura del distaccamento polizia stradale Lugo - Piu Notizie

Fratelli d’Italia: No alla chiusura del distaccamento polizia stradale Lugo

Redazione

Fratelli d’Italia: No alla chiusura del distaccamento polizia stradale Lugo

mercoledì 31 Marzo 2021 - 14:38
Fratelli d’Italia:  No alla chiusura del distaccamento polizia stradale Lugo

Il decreto per la soppressione degli otto distaccamenti della Polizia stradale che, in Emilia-Romagna, riguarda Lugo e Rocca San Casciano (Casalecchio di Reno era stato già chiuso il 5 ottobre del 2020), muove i passi finali. Non sono state accolte le richieste, avanzate da più parti, di mantenerli in vita. Per quanto riguarda la nostra provincia, l’ufficio di Polizia stradale di Lugo è fondamentale per garantire sicurezza nella circolazione e nel controllo in Bassa Romagna. Se l’obiettivo è l’auspicabile rafforzamento dei servizi della polizia stradale sulle autostrade, ciò non deve passare attraverso l’indebolimento dell’attività di controllo sulle strade statali, provinciali e comunali. Ricordiamo, infatti, che importanti via di comunicazione, come ad esempio la Reale e la San Vitale, transitano dal comune di Lugo e da quelli circostanti e spesso il numero di incidenti su tali vie, è superiore a quello delle autostrade stesse. Nonostante questo, negli ultimi sei anni l’organico del distaccamento in questione è stato ridotto di oltre il 60% con l’obiettivo di causarne poi la soppressione. Questo è soltanto un esempio di come il “governo dei migliori” in realtà stia proseguendo sulla stessa falsariga del governo precedente che, se non era dei peggiori, poco ci è mancato. Per noi è una sconfitta non soltanto della politica, incapace di intercettare i bisogni delle comunità locali e di garantire i servizi utili essenziali, ma soprattutto per i normali e gli onesti cittadini che, in questi lunghi mesi di emergenza sanitaria, si sono visti sottoposti a controlli e limitazioni di ogni tipo e che adesso devono fare a meno di un servizio essenziale, come quello della sicurezza stradale, in una zona importante della provincia. Nel decreto che liquida con un colpo di spugna questi presidi di polizia si motiva il tutto con ragioni di “economie gestionali e operative”, nonché “risparmi di spesa per canoni di locazione di immobili privati e per utenze varie”, come dire: “non ci sono soldi, dunque chiudiamo gli uffici. Quello che ci permettiamo di fare notare è che per un servizio come quello di tutela della sicurezza il denaro non si trova, ma per i banchi a rotelle, i monopattini elettrici ed altre amenità, costate all’erario parecchie centinaia di milioni di euro il denaro si è trovato e, riteniamo, fossero meno importanti della sicurezza dei cittadini. Sulla sicurezza e sulla salute non si può fare cassa. Questo lo vogliamo ricordare ai tanti sostenitori del governo Draghi che avevano fatto promesse mirabolanti e poi disattese, a partire dal presidente Bonaccini, ma non solo, che in campagna elettorale aveva chiesto voti e promesso che si sarebbe adoperato per scongiurare la chiusura dei presidi di Casalecchio di Reno, ora chiuso e di Lugo, in chiusura. Noi di Fratelli d’Italia ci impegneremo per evitare che questo presidio di sicurezza venga chiuso e, dall’opposizione, cerchiamo di garantire senza tentennamenti gli interessi dei cittadini.

Alberto Ferrero – Portavoce Prov. Fratelli d’Italia

Piùnotizie.it

Iscr. Registro Stampa del Tribunale di Ravenna al N°1424 del 19/01/2016

Direttore Responsabile: Salvatore Sangermano

Editore: London & Comunicazione

CF. P.iva - 02198490399

Contatti: redazione@piunotizie.it

© E’ vietata la riproduzione, con qualsiasi strumento, anche parziale, di testi foto e video contrassegnati dalla scritta “Riproduzione vietata “ se non autorizzati dall’Editore in forma scritta.

Piunotizie.it è una testata associata a USPI, Unione Stampa Periodica Italiana